NewsEnergia & MercatoMercato & BolletteStakeholder energiaConfindustria Energia

ROBIN HOOD TAX – POSSIBILE AUMENTO? TOTALMENTE CONTRARIA CONFINDUSTRIA ENERGIA

    In merito all’ipotesi  di un possibile aumento della Robin Hood Tax da parte del Governo per finanziare la riduzione delle tasse sulla casa, riportata da alcuni organi di stampa, Confindustria EnergiaEnergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    esprime la sua più totale contrarietà per una simile possibilità che non farebbe altro che aggravare una situazione già molto critica per l’intero comparto energetico.

    Un settore messo a dura prova dal crollo dei consumi, che ha portato alla chiusura di raffinerie, a centrali elettriche che oramai lavorano al 30-40% della capacità e con importanti ricadute anche occupazionali.

    Una tassa sulla quale, peraltro, si attende il giudizio della Corte Costituzionale che ad un primo esame non ha rigettato il ricorso di alcuni operatori rinviando la decisione,  e che presenta evidenti profili di illegittimità come sostenuto da importanti costituzionalisti.

    Confindustria Energia auspica anzi che con il 1° gennaio 2014 venga confermata la decadenza dell’incremento disposto dalla legge n. 148/2011 che portò l’aliquota dal 6,5% al 10,5% per reperire le risorse necessarie all’allentamento del patto di stabilità.

    Fonte: Confindustria Energia

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button