NewsAmbienteEfficienza & RisparmioMobilitàMobilità SostenibileRinnovabiliSostenibilitàStakeholder energiaRegione SiciliaEfficienza Energetica

Salina e Ustica Isole Sostenibili

    The Green Consulting Group presenta il “Piano di Azione” nell’ambito del Patto dei Sindaci

    SALINA sarà un modello di “sostenibilità” a livello internazionale. L’isola che insieme all’arcipelago delle Eolie è patrimonio dell’UNESCO, per il suo paesaggio e patrimonio naturalistico, e dove non a caso fu girato l’ultimo film di Massimo Troisi, il Postino, si accinge ad avviare azioni e investimenti atti a ridurre drasticamente le emissioni di C02 in atmosferaatmosfera
    Involucro di gas e vapori che circonda la Terra, costituito prevalentemente da ossigeno e da azoto, che svolge un ruolo fondamentale per la vita delle specie, perché fa da schermo alle radiazioni ultraviolette provenienti dal Sole. Essa si estende per oltre 1000 km al di sopra della superficie terrestre ed è suddivisa in diversi strati: troposfera (fino a 15-20 chilometri), stratosfera (fino a 50-60 chilometri), ionosfera (fino a 800 chilometri) ed esosfera.
    . Di questo si è discusso oggi a Malfa, presso l’Auditorium, alla presenza dei Sindaci e degli abitanti di Salina, in occasione della presentazione dei
    Piani di Azione per l’EnergiaEnergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    Sostenibile
    (PAES).

    I tre comuni dell’isola, Leni, Malfa e Santa Marina Salina, infatti, hanno aderito al progetto europeoPatto dei Sindaci“, che vede coinvolte le autorità locali e regionali di tutta Europa impegnate ad aumentare l’efficienza energeticaefficienza energetica
    Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell’ impatto ambientale e dei costi associati.
    e l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabilifonti energetiche rinnovabili
    Chiamate anche fonti rinnovabili: fonti energetiche rinnovabili non fossili (eolica, solare, geotermica, del moto ondoso, maremotrice, idraulica, biomasse, gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biogas). In particolare, per biomasse si intende: la parte biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui provenienti dall’agricoltura (comprendente sostanze vegetali e animali) e dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, nonché la parte biodegradabile dei rifiuti industriali e urbani (D.lgs 29 dicembre 2003, n. 387 in attuazione della DIR. 2001/77/CE).
    nei loro territori. Attraverso il loro impegno, i firmatari del Patto intendono raggiungere e superare l’obiettivo europeo di riduzione del 20% delle emissioni di CO2CO2
    Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

    entro il 2020.

    Salina vuole superare questi target intervenendo ovunque possibile sui vari ambiti, ossia: sulla riqualificazione degli edifici e degli impianti pubblici con interventi di efficientamento che vanno dall’isolamento termico degli involucri all’illuminazione, all’installazione di impianti a fonti energetiche rinnovabilisolare termico e fotovoltaico; sugli edifici pubblici e residenziali, che verranno promossi con appositi incentivi; su trasporti e mobilità pubblica e privata, prevedendo veicoli ibridi e stazioni di ricarica di biciclette e veicoli elettrici,  e avviando un’intensa attività di informazione e sensibilizzazione dei cittadini.

    Questo il piano redatto e presentato da The Green Consulting Group, la società di consulenza che è già fortemente impegnata a livello internazionale per la sostenibilità delle isole con il progetto e l’omonima conferenza internazionale, “Greening The Islands“, che lo scorso Ottobre ha debuttato a Pantelleria proprio con il supporto di WWAP UNESCO e che a Giugno terrà a Malta la sua seconda edizione. The GC Group, in occasione dell’incontro, ha anche illustrato e distribuito ai cittadini intervenuti un opuscolo di semplice lettura con numerosi consigli sulla “gestione razionale dell’energia a casa propria“. Filippo Martines, Referente The GC Group per le Isole Minori Siciliane ha dichiarato: “visto l’irraggiamentoirraggiamento
    Meccanismo di trasmissione del calore per mezzo di onde elettromagnetiche. A differenza della conduzione e della convezione, l’irraggiamento può anche avvenire nel vuoto (è così che si propaga il calore dal Sole alla Terra).  Tutti i corpi emettono delle radiazioni perché tutti i corpi possiedono una determinata temperatura; tuttavia l’entità dello scambio termico dipende dalla natura dei corpi, dalla loro reciproca posizione, dall’eventuale assorbimento del mezzo interposto e dalla temperatura delle loro superfici. La quantità di calore emessa da un corpo per irraggiamento, infatti, è proporzionale alla quarta potenza della temperatura. Questo significa che al crescere della temperatura l’irraggiamento diventa il meccanismo di conduzione del calore preponderante, rispetto alla conduzione e alla convezione.
    solare a queste latitudini, anche il posizionamento orizzontale dei pannelli fotovoltaici per motivi paesaggistici, assicurerebbe un rendimentorendimento
    In termini generali il rendimento è il rapporto tra “quanto ottenuto” in un processo e “quanto speso” per fare avvenire lo stesso processo. In termodinamica rappresenta la capacità di un sistema di convertire l’input di calore in lavoro utile. Il rendimento è un numero puro (cioè non ha unità di misura) ed è sempre compreso tra 0 e 1. A seconda dei termini che vengono messi a confronto è possibile ottenere diverse tipologie di rendimento utili a definire la bontà di un processo o di una macchina (per esempio rendimento elettrico, rendimento termico, ecc..) ma il ragionamento alla base è sempre lo stesso.
    molto elevato
    “. Gianni Chianetta, Direttore The GC Group, ha poi concluso: “basterebbe utilizzare la metà dei tetti delle abitazioni dell’isola per renderla autonoma dal punto di vista energetico, anziché continuare a usare il diesel con costi anche ambientali troppo elevati“.

    L’evento è stato concluso dai Sindaci dei tre comuni: “occorre puntare molto sulle auto e biciclette elettriche, visto tra l’altro che il trasporto è una delle le voci che incide di più sull’inquinamento dell’isola“, ha commentato Massimo Lo Schiavo (Santa Marina Salina), “abbiamo già in itinere l’autorizzazione di diversi impianti fotovoltaici per gli edifici comunali, inizieremo a dare così da subito concretezza al PAES” ha aggiunto Riccardo Gullo (Leni) e Salvatore Longhitano (Malfa) ha concluso dicendo “ci impegneremo a applicare quanto appreso nella lezione sulle buone pratiche per il risparmio energeticorisparmio energetico
    Con questo termine si intendono tutte le iniziative intraprese per ridurre i consumi di energia, sia in termini di energia primaria sia in termini di energia elettrica, adottando stili di vita e modelli di consumo improntati ad un utilizzo più responsabile delle risorse.
    di oggi, ottenendo così risultati immediati sia ambientali che economici. Tutti e tre i Sindaci si sono poi dichiarati determinati a conferire all’isola un’altra medaglia, ossia quella di “isola sostenibile
    “, in primis per la qualità della vita dei cittadini e anche perché fortemente convinti che questa potrà anche essere un’importante opportunità di attrazione turistica per l’isola, che è già meta degli amanti della natura e dell’ambiente.


     

    USTICA SFIDA BRUXELLES, CON UN -30% DI CO2


    DALL’ISOLA PARTE LA CAMPAGNA NAZIONALE PER IL RISPARMIO ENERGETICO
    DI THE GREEN CONSULTING GROUP

    Presentato il PAES:  tra gli interventi,  

    un nuovosistema di dissalazione

    con 2/3 di consumi di energia in meno

    USTICA prevede di superare ampiamente gli obiettivi europei del Patto dei Sindaci del 20% di riduzione di CO2. The Green Consulting Group, nella presentazione del Piano di Azione dell’Energia Sostenibile al Sindaco, ai vari rappresentanti dell’amministrazione Comunale e ai cittadini, punta sulla sostituzione del vecchio sistema di dissalazione a distillazione con uno a osmosi inversa, che consentirebbe una riduzione dei 2/3 dei consumi energetici. Percentuale che sarebbe destinata ulteriormente a ridursi di un altro 50% se si ibridizzasse con il fotovoltaico l’attuale sistema a diesel di generazione elettrica.  Nel Piano sono previsti, interventi sui varii fronti dell’efficientamento: come la riqualificazione degli edifici, l’illuminazione a LED, l’installazione di impianti solari termici e fotovoltaici, l’introduzione di veicoli ibridi e stazioni di ricarica di biciclette e auto elettriche. In totale si supererebbe il 30% di riduzione di CO2.  

    L’incontro sul PAES è stato anche l’occasione di replicare l’esperienza di successo di Salina, con un workshop sul risparmio energetico e la distribuzionedistribuzione
    Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
    ai cittadini di un vademecum su come diventare “esperto di energia a casa tua“, con consigli sull’acquisto e sulla buona gestione degli elettrodomestici. Una gestione efficiente dell’energia in casa comporterebbe infatti una riduzione della bolletta di oltre il 15%. L’opuscolo riporta anche le e informazioni aggiornate sugli incentivi per gli interventi di efficienza energetica e l’istallazione di impianti fotovoltaici e termici. Da Ustica The Green Consulting Group annuncia così l’avvio della “Campagna Nazionale per il Risparmio Energetico” che, oltre alla divulgazione delle buone pratiche attraverso il vademecum (scarica qui), si articolerà in una serie di eventi e corsi di formazione nelle varie Regioni del Paese. Ha concluso l’evento il Sindaco, Attilio Licciardi,: “Con questo impegno sulla sostenibilità, Ustica spera così di associare il proprio nome non solo al disastro del 1980, ma anche alle sue bellezze e valori naturalistico-ambientali, rilanciando l’economia del turismo“.

     

    Fonte: The Green Consulting Group

     

    Potrebbe anche interessarti…

    News 

     

    Video – salina

    Video – ustica

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button