NewsEfficienza & RisparmioSmart GridStakeholder energiaEnel

SMART GRIDS: A ISERNIA LA PRIMA RETE INTELLIGENTE IN ITALIA

    E’ una delle prime “Smart Grids” in Europa; 10 milioni di euro l’investimento complessivo previsto

     

    Roma, 4 novembre 2011 – Enel DistribuzioneDistribuzione
    Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
    ha avviato, nella Zona di Isernia, la prima installazione in Italia, e una delle prime a livello europeo, di una Smart Grids. La tecnologia installata permetterà di regolare in modo ottimale il flusso bidirezionale di energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    dovuto alla produzione da fonti rinnovabilifonti rinnovabili
    Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell’uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
    – il sole
    – il vento
    – l’acqua
    – la geotermia
    – le biomasse
    sulle reti di bassa e media tensionetensione
    Grandezza fisica che rappresenta l’energia necessaria a far fluire una carica elettrica tra due punti, per creare una corrente. Nel Sistema Internazionale si misura in Volt. Le linee elettriche possono essere ad altissima tensione (tensione nominale superiore a 150 kV), alta tensione (compresa fra 35 e 150 kV), media tensione (compresa fra 1 e 35 kV) e a bassa tensione (tensione inferiore a 1 kV).
    e abiliterà nuovi usi dell’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    . L’investimento complessivo previsto per il “pilota” molisano è di 10 milioni di euro.

    Nel progetto saranno coinvolte alcune migliaia di clienti. La rete intelligente pilota che fa capo alla Cabina Primaria di Carpinone comprende:

    •Sistemi di previsione sulla produzione di energia da fonti rinnovabili

    •Sensori per il monitoraggio avanzato delle grandezze elettriche di rete

    •Interazione con i produttori per la regolazione avanzata dei flussi sulla rete

    •Uno storage basato sulla tecnologia delle batterie agli ioni di litio, della potenzapotenza
    Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
    di 0,7MW (0,5 MWh), per la modulazione dei flussi di energia, realizzato da Siemens su specifica Enel

    •Colonnine per la ricarica di vetture elettriche

    •Apparati domestici che permettono al cliente di verificare istantaneamente l’andamento dei consumi L’esigenza di disporre di un sistema intelligente sulla rete di distribuzione nasce dalla diffusione crescente della generazione distribuita che, essendo per la maggior parte ottenuta da fonti rinnovabili, è soggetta a fluttuazioni aleatorie dovute alle condizioni meteorologiche o all’alternarsi della notte e del giorno.

    Il pilota fa parte delle iniziative sperimentali che Enel sta portando avanti nell’ambito delle Reti Elettriche intelligenti (Smart Grids), incentivato anche dalla Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas (AEEG) che sostiene lo sviluppo delle nuove tecnologie sulla rete elettricarete elettrica
    Insieme delle linee elettriche, delle stazioni elettriche e delle cabine elettriche adibite alle operazioni di trasmissione e distribuzione dell’elettricità. La rete elettrica può essere ad alta tensione (da 40 a 380 kV), a media tensione (da 1 a 30 kV) o bassa tensione (380 V).
    italiana.

    Enel ha in atto un piano decennale di ristrutturazione dell’intera rete di distribuzione (oltre 1 milione di chilometri) coordinato con i programmi per la diffusione delle Smart Grids avviato dalla Commissione Europea.

    Come già per il contatore elettronico, anche in questo caso Enel Distribuzione è in prima fila nell’applicazione di soluzioni innovative per migliorare l’efficienza della rete e la qualità del servizio offerto ai clienti.

     

    Fonte: Enel, 04/11/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button