NewsEfficienza & RisparmioStakeholder energiaTecnologiaAbbDomoticaEfficienza Energetica

Smart Home: l’Internet of Things per una maggiore efficienza energetica

    L’Osservatorio Internet of Things del Politecnico di Milano presenta i risultati della ricerca 2014 – 2015, con l’approfondimento di ABB sull’applicazione di questa soluzione tecnologica per la Smart Home e la Smart Energy.

    ABB, Gruppo leader nelle tecnologie per l’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    e l’automazione, ha partecipato al convegno conclusivo dell’Osservatorio Internet of Things 2014 – 2015 del Politecnico di Milano, School of Management, con un intervento sulla Smart Home.

    In questa terza edizione dell’Osservatorio, a cui ABB ha aderito come partner, il valore del mercato dell’Internet of Things (IoT) in Italia è stato stimato in 1,55 miliardi di euro complessivi nel 2014, passando da interesse di nicchia per le aziende a concreta opportunità di business con la prospettiva di una crescita dirompente nei prossimi anni.

    ABB ha partecipato alle attività e al convegno conclusivo dell’Osservatorio con il contributo delle sue tecnologie, integrate nell’ “Internet of Things, Services and People” (IoTSP); nella Smart Home, questa concezione si traduce in un vero e proprio ecosistemaecosistema
    È l’insieme di tutti gli organismi viventi (animali e vegetali) presenti in un determinato ambiente e delle relazioni che intercorrono tra di loro e tra essi e il sistema fisico circostante.
    , in cui dispositivi e impianti (gli oggetti) dialogano tra loro e con la rete internet per rendere disponibili agli utenti (le persone) funzionalità di sicurezza, risparmio energeticorisparmio energetico
    Con questo termine si intendono tutte le iniziative intraprese per ridurre i consumi di energia, sia in termini di energia primaria sia in termini di energia elettrica, adottando stili di vita e modelli di consumo improntati ad un utilizzo più responsabile delle risorse.
    , comfort (i servizi).

    Le tecnologie ABB consentono di allestire una rete tecnologicamente innovativa e al contempo facile da usare, per la gestione automatica e da remoto dei sistemi della casa: domotica, antintrusione e videocontrollo, telecontrollotelecontrollo
    Con questo termine si indicano i sistemi e le tecnologie che consentono una gestione remota (cioè a distanza) di diverse funzioni. Attraverso il telecontrollo è possibile leggere  dati/parametri  ed è possibile modificarli.
    del riscaldamento e della climatizzazione
    , immagazzinamento e utilizzo di energia solareenergia solare
    Energia radiante derivante dal Sole e che raggiunge la Terra sotto forma di radiazione elettromagnetica. Ad oggi esistono fondamentalmente due modi per sfruttare l’energia solare direttamente: attraverso i pannelli solari (per la produzione di energia termica ed elettrica), pannelli fotovoltaici (per la produzione di energia elettrica). L’energia dal Sole è fondamentale anche per lo sviluppo delle altre forme di energia rinnovabili (per esempio per la crescita della biomassa, per i moti dei venti, per il ciclo idrologico delle acque, ecc..).
    in funzione dei flussi di consumo
    dell’abitazione
    ” commenta Luca Zanella, Business Development Manager di ABB Italia.

    La ricerca dell’Osservatorio ha decretato che le migliori prospettive di crescita dell’IoT in ambito consumer riguardino proprio il segmento Smart Home.
    Aumenta la propensione dei proprietari di case all’acquisto di tecnologie e di apparecchi intelligenti, principalmente per applicazioni di sicurezza e di gestione dei consumi energetici, e dovrà cambiare congruentemente la figura dell’installatore, da tecnico esperto nella vendita e nell’applicazione di prodotti a consulente di fiducia nella realizzazione di soluzioni integrate.

    Inoltre, l’aspettativa degli utenti è che i dispositivi dialoghino tra loro, per non dovere interagire singolarmente con ciascun oggetto: nella definizione di standard di riferimento improntati all’interoperabilità tra oggetti, ABB è direttamente impegnata insieme a Bosch e Cisco, con la recente costituzione della joint venture mozaiq per lo sviluppo di una piattaforma a software aperto di gestione della casa intelligente.

    Nell’ambito della ricerca dell’Osservatorio sono state indagate anche le possibili applicazioni dell’IoT nel settore vitivinicolo biologico. L’IoT sarà inoltre protagonista a EXPO 2015, attraverso applicazioni di Smart Agriculture nel FutureFuture
    Contratto a termine standardizzato, stipulato all’interno di un mercato regolamentato, in cui chi lo sottoscrive si prende l’obbligo di acquistare o vendere un determinato bene ad una data e prezzo prefissati.
    Food District
    , di cui ABB è sponsor ufficiale per l’automazione e la robotica.

    Fonte: ABB

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *