Energipedia - Tutto sull'EnergiaEnergipedia - Tutto sull'EnergiaGenerazione termicaEfficienza & Risparmio

Solare termico

Tecnologie di riscaldamento mediante irraggiamento solare

    L’idea di scaldare l’acqua tramite irraggiamento solare ha avuto il suo primo sviluppo verso la fine del 1800, quando non ovunque esisteva la possibilità di utilizzare il gas o la corrente elettrica per produrre calore e quando, dove questa possibilità esisteva, realizzarla aveva dei costi decisamente elevati. Successivamente con l’abbassamento dei prezzi e lo sviluppo delle tecnologie da combustibili fossili il solare termico è stato soppiantato e quindi di fatto è scomparso.

    Al giorno d’oggi, con il subentrare di problemi legati all’inquinamento e con i target comunitari di utilizzo delle fonti rinnovabili fissati dai governi, lo sfruttamento degli impianti solari termici costituisce una soluzione degna di nota. I pannelli solari dell’impianto vengono solitamente posizionati sui tetti delle abitazioni ed hanno il compito di assorbire l’energia solare, convertirla in calore e quindi trasferirla ad una corrente di liquido (tipicamente acqua) o gas.

    Tecnologia e schema d’impianto

    A livello costruttivo i pannelli solari si presentano come un insieme di tubi affiancati (fasci tubieri) all’interno dei quali altri tubi (assorbitori) trasferiscono il calore assorbito al fluido in questione. Tale fluido riscaldato è poi convogliato nei collettori. Esternamente il pannello è costituito da un telaio che sorregge dei vetri che hanno sia il compito di proteggere il fascio tubiero da sporcamento e da eventi meteorologici, sia il compito di far passare le radiazioni del sole facendo però in modo che esse, una volta assorbite e rimesse dai tubi, restino comunque all’interno del pannello (è come se il calore venisse intrappolato all’interno del pannello).

    I pannelli sono solitamente non sufficienti per soddisfare il fabbisogno sia di acqua calda sanitaria sia di riscaldamento all’interno degli edifici e quindi sono quasi sempre accoppiati con una caldaia tradizionale ausiliaria con un impianto integrato di cui viene proposta una immagine esemplificativa.

    Fig,1: Impianto solare termico

     

    Tipologie di impianto solare termico

    Ad oggi la classificazione degli impianti solari termici comporta la descrizione di quattro tipologie:

    Impianto a circolazione naturale

    In questo impianto il fluido consiste nell’acqua, la quale una volta riscaldata per mezzo di convenzione fluisce in un serbatoio o boiler; quest’ultimo deve essere posizionato più in alto del pannello solare. Il circuito si presenta chiuso dato che l’acqua consumata viene sostituita dall’afflusso esterno. Il vantaggio di questo impianto è la semplicità del suo funzionamento, tuttavia registra elevati tassi di dispersione termica a danno dell’efficienza.

    Impianto a circolazione forzata

    Fig. 2: Impianto solare termico a circolazione forzata

    Questa tipologia è composta da un circuito composto dal pannello, da una serpentina installata all’interno del boiler e dai tubi di raccordo.

    Un circolatore, trattasi di una pompa, consente di cedere il calore raccolto dal fluido alla serpentina.

    Questa tipologia d’impianto presenta un funzionamento abbastanza complesso, infatti deve prevedere un vaso di espansione ed un controllo di temperatura.

    Il vantaggio consiste nei buoni livelli di efficienza in quanto il boiler è poco soggetto alla dispersione termica.

     

    Impianto a svuotamento

    Il funzionamento è lo stesso dell’impianto a circolazione forzata, con la differenza che l’impianto in questo caso viene riempito, e di conseguenza utilizzato, solo quando necessario o possibile. Nel caso in cui l’impianto raggiunga la temperatura richiesta, ecco che si svuota, mentre nel caso in cui manchi l’irraggiamento solare non si riempie. L’unico svantaggio di questa tipologia è che richiede la necessità che vi sia una pendenza minima tra il collettore ed il boiler di raccolta.

    Impianto a concentrazione con inseguitore solare

    Questo impianto consente la concentrazione dei raggi solari in corrispondenza con il fluido termoconduttore grazie alla sua tipica forma parabolica.

    Rendimento di un impianto solare termico

    Il rendimento di questa tipologia d’impianto termico garantisce la produzione di acqua calda sanitaria per tutto l’anno, potendo inoltre essere integrato ad un impianto di riscaldamento per la stagione invernale. L’utilizzo di questi impianti concorre di conseguenza a:

    • Costi della bolletta elettrica bassi;
    • Miglioramento del comfort domestico;
    • Minor utilizzo di energia elettrica;
    • Sostenibilità dal punto di vista ambientale.

    Generalmente un impianto a pannelli solari termici consente di risparmiare:

    • fino al 30% sull’utilizzo di gas o gasolio per il riscaldamento domestico;
    • risparmio fino al 50% su gas e gasolio per la produzione di acqua calda sanitaria.

    Ovviamente per il funzionamento di questo sistema è fondamentale l’irraggiamento solare, per cui i livelli di rendimento possono mutare a seconda della zona territoriale; di conseguenza al Sud o in prossimità delle zone costiere si cattura una maggiore quantità di energia solare rispetto al Nord o alle zone montuose. Generalmente prendendo ad esempio una città del Nord come Bolzano, ed una del Sud come Trapani i valori saranno: 1.200 KWh/mq di Bolzano ai 1.700 KWh/mq di Trapani.

    Incentivi per il solare termico

    Ecobonus

    Questo meccanismo consente di ricevere detrazioni per l’installazione di pannelli solari che compongono un impianto solare termico, per la produzione di acqua calda sanitaria, sia per una singola unità sia per un condominio. L’Ecobonus riconosce una detrazione massima pari a 60.000 euro per ogni unità immobiliare.

    Si può detrarre con questo meccanismo il 65% delle spese sostenute dall’imposta Irpef o Ires; le cifre verranno redistribuite in busta paga in 10 rate annuali. L’agevolazione fiscale comprende interventi anche per usi domestici, industriali, per piscine, strutture sportive, case di cura, istituti scolastici ed università.

    I pannelli solari dell’impianto solare termico devono essere garantiti almeno per 5 anni e devono soddisfare le norme UNI EN 12975 o UNI EN 12976, devono essere certificati dall’organismo di un paese dell’Unione Europea e deve inoltre presentare la certificazione solar keymark.

    La richiesta d’incentivazione può essere usufruita da tutti coloro che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile dove è stato realizzato l’impianto termico.

    Per ricevere gli incentivi bisogna presentare tre documenti:

    • certificazione o asseverazione che viene rilasciata da un tecnico abilitato;
    • APE (attestato di prestazione energetica;
    • Scheda informativa sugli interventi realizzati.

    Tutti e tre i documenti devono essere presentati insieme alle prove di pagamento. Entro 90 giorni dalla conclusione dei lavori bisognerà trasmettere all’Enea sia l’APE sia la scheda informativa tramite il sito www.acs.enea.it

    Occorre sottolineare infine che è stata introdotta anche per i singoli appartamenti la possibilità di cedere il credito derivante dalla detrazione Irpef spettante per gli interventi di riqualificazione energetica.

    Conto Termico

    Per l’installazione di un impianto solare termico si possono ricevere incentivi dal 50% al 65% grazie al Conto Termico. La richiesta di incentivazione potrà essere effettuata previa iscrizione nell’ Area clienti del sito GSE che fornirà tutte le informazioni necessarie. In generale bisogna considerare che la richiesta d’incentivo può essere effettuata una volta completati i lavori, e dovrà essere presentata da:

    • dal soggetto che ha sostenuto le spese dell’intervento e che dispone dell’edificio in cui è stato effettuato l’intervento e/o misura di efficienza energetico (“soggetto responsabile”);
    • dalla ESCO che ha stipulato con il soggetto responsabile un contratto di servizio energia o di prestazione energetica.

    Guide utili agli incentivi

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button