NewsGreen EconomyRiciclo & RifiutiSostenibilità

Sostenibilità: Medaglie e podi realizzati con RAEE e plastica, Tokyo 2020 all’insegna del riciclo

Le prossime olimpiadi di Tokyo 2020 saranno all'insegna della sostenibilità. Podi, medaglie e tute verranno realizzati con materiali provenienti da raccolta differenziata come plastica e metalli preziosi.

    Le prossime Olimpiadi che si svolgeranno a Tokyo nel 2020 saranno all’insegna, ovviamente, dello sport e della sostenibilità; infatti è stato annunciato un programma per rendere i prossimi giochi olimpici i più ecosostenibili della storia. Medaglie, podi e tute dei tedofori verranno infatti realizzate con materiale riciclato come plastica derivante da raccolta differenziata, o recuperata in mare, e metalli preziosi recuperati dagli smartphone inutilizzati.

    All’esterno dei supermercati appartenenti alla catena AEON sono stati posizionati dei raccoglitori dove verranno raccolti oggetti in plastica in disuso; è stata inoltre lanciata un’iniziativa per raccogliere bottigliette ed altri oggetti in plastica rinvenuti in mare e sulle spiagge. L’obiettivo degli organizzatori è di raccogliere 45.000 tonnellate di plastica che verrà riutilizzata per la realizzazione dei podi su cui verranno premiati gli atleti. I podi, al termine della competizione, verranno distribuiti presso scuole e società sportive. I podi verranno inoltre rinforzati con una struttura in alluminio, il quale verrà recuperato dagli alloggi di emergenza costruiti in seguito allo tsunami che ha colpito il Giappone nel 2011 causando gravissimi danni specialmente alla centrale nucleare di Fukushima.

    Le medaglie verranno invece realizzate utilizzando i metalli preziosi recuperati da smartphone ed in generale da rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE). I raccoglitori per questi particolari rifiuti sono stati posizionati presso i grandi centri commerciali, dove di consueto ne avviene la raccolta.

    Anche le tute dei tedofori che porteranno la fiaccola olimpica saranno all’insegna della sostenibilità: infatti si prevede che verranno realizzate servendosi della plastica proveniente da raccolta differenziata.

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button