VideoDomotica

Tech: Come riciclare il vecchio smartphone in una telecamera di sorveglianza

Il vecchio smartphone può trovare nuova vita grazie ad un apposito sistema che lo trasforma in una videocamera di sorveglianza

    Secondo alcune rilevazioni statistiche, nel decennio 2007-2017, sono stati prodotti 7,1 miliardi di smartphone per la cui produzione sono stati necessari ben 968 TWh, ovvero il fabbisogno energetico annuale dell’India. Secondo uno studio della United Nations University produzione degli smarthphone vengono prodotti circa 3 milioni di tonnellate di rifiuti elettronici, di cui meno del 16% viene destinato a processi di riciclo.

    Da questo quadro d’insieme si nota come sia alto l’impatto ambientale degli smartphone. Quando si acquista un nuovo modello capita di non trovare un utilizzo al vecchio smartphone che viene abbandonato in qualche cassetto in casa o destinato alla raccolta rifiuti.

    Olmose è un’app che dà nuova vita al vecchio smartphone trasformandolo in un sistema di sorveglianza che si può a sua volta controllare da un altro device. L’installazione è semplice: bisogna acquistare un apposito dock (acquistabile anche a parte) dotato di sensore di movimento ad infrarossi, un flash ausiliario ed assicurarsi che sia vicino ad una presa di corrente elettrica per ricaricare lo smartphone. Il sistema sviluppato da Olmose è in grado di tracciare anche il segnale GPS, fungendo da antifurto satellitare per l’auto.

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button