NewsAmbienteCambiamenti ClimaticiStakeholder energiaOrizzontenergia.it

“The Climate Reality Project”: è iniziato da poche ore il provocatorio reality sul global warming firmato Al Gore

    24 ore di diretta streaming in 13 lingue diverse per il reality firmato Al Gore, che svelerà tutte le verità, anche le più scomode, sul global warming, raccontando i reali effetti della crisi climatica che il nostro Pianeta sta vivendo.

    Dal Tongo ad Abu Dhabi, sono ben 24 i luoghi coinvolti nel progetto, dei quali si racconteranno le storie e la quotidianità del vivere, ovviamente in relazione ai cambiamenti climatici avvenuti.

    «Sarà solo il primo passo – ha affermato Al Gore – di un’azione più ampia che ha lo scopo di svelare le verità sulle crisi indotte dai cambiamenti climatici e denunciare la disinformazione che ascoltiamo ogni giorno su questi temi».

    Nel sollecitare governi, imprese e cittadini ad azioni più strutturate ed incisive, l’ex vicepresidente americano, vincitore del premio Nobel per la Pace nel 2007, è ricorso ad un paragone: «così come le compagnie produttrici di tabacco hanno negato per decenni il fatto che il fumo provoca il cancro, così le multinazionali che lucrano su petroliopetrolio
    Combustibile di colore da bruno chiaro a nero, costituito essenzialmente da una miscela di idrocarburi. Si è formato per azioni chimiche, fisiche e microbiologiche da resti di microorganismi (alghe, plancton, batteri) che vivevano in ambiente marino addirittura prima della comparsa dei dinosauri sulla terra. I principali composti costituenti del petrolio appartengono alle classi delle paraffine, dei nafteni e degli aromatici, che sono composti organici formati da carbonio e idrogeno e le cui molecole sono disposte secondo legami di varia natura.
    e carbonecarbone
    Il carbone è una roccia sedimentaria composta prevalentemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua origine, risalente a circa 300 milioni di anni fa, deriva dal deposito e dalla stratificazione di vegetali preistorici originariamente accumulatisi nelle paludi. Questo materiale organico nel corso delle ere geologiche ha subito delle trasformazioni chimico-fisiche sotto alte temperature e pressioni. Attraverso il lungo processo di carbonizzazione questo fossile può evolvere dallo stato di torba a quello di antracite, assumendo differenti caratteristiche che ne determinano il campo d’impiego.
    I carboni di formazione relativamente più recente (ovvero di basso rango) sono caratterizzati da un’elevata umidità e da un minore contenuto di carbonio, quindi sono ‘energeticamente’ più poveri, mentre quelli di rango più elevato hanno al contrario umidità minore e maggiore contenuto di carbonio.
    sono determinate a seminare confusione in merito ai risultati scientifici riguardanti il global warming, a ignorarne o sminuirne gli impatti e a creare apatia nei nostri leader politici
    ».

     

    Orizzontenergia, 14/09/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *