NewsEnergia & MercatoMercato & BolletteFossiliPetrolioStakeholder energiaMise - Min.sviluppo EconomicoUp-unione Petrolifera

UNIONE PETROLIFERA INCONTRA SOTTOSEGRETARIO ALLO SVILUPPO ECONOMICO STEFANO SAGLIA

    Roma, 20 luglio 2011 – I recenti aumenti dei prezzi dei carburanticarburanti
    Sostanze solide, liquide o gassose, di origine naturale o derivanti da processi industriali, contenenti carbonio e idrogeno, che, se bruciate, sviluppano calore in base al loro “contenuto energetico” (potere calorifico).
    italiani, tornati a crescere da fine giugno dopo un periodo di flessione, sono solo in minima parte dovuti alla ripresa delle quotazioni sui mercati internazionali. Nell’ultimo mese i prezzi al consumo della benzina sono infatti aumentati di 8,3 centesimi euro/litro di cui solo 2,7 centesimi per l’aumento del costo industriale mentre per i restanti circa 6 centesimi per l’aumento delle tasse. Tale aumento ha tra l’altro completamente annullato il taglio dei prezzi di oltre 5 centesimi euro/litro osservato nel periodo 4 maggio – 28 giugno. E’ quanto è emerso nel corso dell’incontro tenutosi oggi tra l’Unione Petrolifera, le aziende associate e il sottosegretario allo Sviluppo economico, Stefano Saglia, al quale è stata ribadita l’assoluta correttezza di comportamento delle singole compagnie nella autonoma determinazione dei prezzi dei carburanti. L’analisi è stata condivisa dal Ministero.

    Nell’incontro è stato inoltre possibile evidenziare come le differenze tra i prezzi di oggi e i picchi del luglio del 2008, quando il greggiogreggio
    Petrolio estratto che non ha ancora subito un processo di raffinazione.
    raggiunse i 144 dollari/barilebarile
    Unità di misura in uso nei Paesi anglofoni per la misura volumetrica del petrolio e dei suoi derivati. Corrisponde a circa 159 litri.
    , siano interamente attribuibili all’indebolimento dell’euro rispetto al dollaro, che ha compensato completamente la flessione delle quotazioni internazionali, e all’aumento della tassazione.

    In pratica, se oggi avessimo il cambio del luglio 2008 e la stessa tassazione di allora i prezzi dei carburanti sarebbero inferiori di 12,5 centesimi euro/litro. Al termine dell’incontro è stato altresì espresso un apprezzamento sulle recenti misure per la rete carburanti contenute nel decreto legge sulla manovra finanziaria, su cui il sottosegretario Saglia si è molto impegnato, che rappresentano un passo avanti giunto al termine di un lungo confronto tra tutti gli attori della filiera, che nel medio termine potranno consentire un contenimento dei costi di sistema con ricadute positive per i consumatori.

    ANALISI ANDAMENTO PREZZO DEI CARBURANTI – Pdf

     

    Fonte: UP, 20/07/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button