Vecchia poltrona, tante idee su come riciclarla in poco tempo ed in modo green

Tutti abbiamo in casa una vecchia poltrona a cui siamo particolarmente affezionati. Ora possiamo darle nuova vita con un metodo veloce e green

casa prefabbricata in legno
casa prefabbricata in legno in montagna – Foto da Pixabay

Il recupero di vecchi oggetti è senza dubbio un’operazione di grande valore, in quanto rappresenta quella tendenza ecologica che elimina lo spreco. Oltre al riutilizzo dell’oggetto, questa operazione ci consente di sfruttare al meglio la nostra creatività e la nostra manualità.

Potrebbe interessarti anche → Fido e Felix quando sono in pericolo di vita? Le piante da non avere mai in casa

Questa buona abitudine del riciclare oggetti usati, aggiunge un duplice vantaggio: si tutela l’ambiente evitando lo smaltimento di rifiuti pesanti e si fa economia sulle nostre spese. Per questa ragione si tende a dare nuova vita ai vecchi mobili, magari restaurandoli semplicemente o inventando un nuovo utilizzo. Una vecchia poltrona è l’oggetto che può ottimizzare al meglio la nostra rivitalizzazione green.

Rivestimenti alternativi o un nuovo modo di utilizzare la nostra vecchia poltrona

poltrone (pixabay)
poltrone (pixabay)

Uno dei mobili che si adatta meglio a questa opera di rivitalizzazione è sicuramente la classica vecchia poltrona. Nelle nostre case è uno degli oggetti più usati, e per questo motivo tende a logorarsi prematuramente. Ma se sentite un particolare legame affettivo con la vostra seduta preferita, è volete restaurala o riutilizzarla in un modo alternativo; quello che vo consigliamo è un fai da te comodo e semplice.

Potrebbe interessarti anche → Uccelli in Europa: sempre meno passeri nel continente

La prima soluzione che vi proponiamo è una tendenza stilistica molto gettonata: il patchwork. Una sorta di collage di tessuti realizzato cucendo fra loro vari pezzi di stoffa. Per la scelta dei tessuti potete sbizzarrire la vostra fantasia, e adoperarvi nel recupero di più stoffe possibili; ad esempio vestiti inutilizzati, borse vecchie o anche delle tende. Se siete abili ricamatori il patchwork è la scelta ideale.

A proposito di vestiti, un indumento che si presta perfettamente al restyling della vostra poltrona sono proprio i jeans. Se ne avete molte paia inutilizzate, magari perché sono rovinati o fuorimoda, potrete tramutarli in uno splendido rivestimento per la vostra poltrona. Un tocco shabby perfetto per tutti i cultori del vintage.

Può capitare invece, che casualmente la tappezzeria della nostra poltrona sia perfettamente integra, ma il tempo ne ha deteriorato la struttura rendendola scomoda e in utilizzabile. Per evitare di buttare via un tessuto ancora integro, si potrebbe utilizzare la stoffa per rivestire vecchi sgabelli. In questo modo uno sgabello che c’è sempre parso asettico, guadagnerà una tonalità viva e colorata in armonia con la casa.

Allo stesso modo possiamo utilizzare l’imbottitura della nostra poltrona per creare simpatici cuscini fai da te. Per rivestirla potrete usufruire della tappezzeria della poltrona, magari arricchendola con le decorazioni che più gradite. Oppure potrete utilizzare il patchwork anche per il rivestimento dei vostri nuovi cuscini.

Potrebbe interessarti anche → Il parassita Bostrico infesta le foreste del Nord Italia: situazione drammatica

Infine, un altro modo per sfruttare le imbottiture delle nostre poltrone è quello di adoperarle per la costruzione del vostro divano da giardino. Per chi è amante dello stile country, basta qualche bancale di legno, un rivestimento impermeabile per scongiurare eventuali danneggiamenti in caso di pioggia, ed il gioco è fatto.