Terra: da dove arriva l’acqua sul nostro pianeta? La risposta ce la da il Sole

Come si è formata l’acqua sul nostro pianeta? Il Sole sembrerebbe darci una risposta a questo quesito.

pianeta terra
Come si è creata l’acqua sulla Terra? – Foto da Unsplash

Oltre 4.560 miliardi di anni fa si è formato il nostro pianeta. Inizialmente era solo un disco formato da polveri di vario genere e gas in rotazione, ma con la formazione del Sole, ben presto questo materiale in rotazione ha iniziato ad agglomerarsi formando quel che oggi conosciamo come i pianeti del Sistema Solare. Inizialmente però, anche dopo la formazione del Sole, la Terra era solo un agglomerato di metalli, roccia, gas ed elementi radioattivi. Ma da dove deriva l‘acqua presente sulla Terra?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Tempesta geomagnetica in corso! Cosa aspettarsi nelle prossime ore

Per oltre un secolo tantissimi scienziati si sono posti questa domanda, portando avanti diverse teorie, l’una più o meno plausibile dell’altra. Una di queste sosteneva che l’acqua fosse arrivata sul pianeta verso la fine della formazione della Terra, tramite l’impatto con alcuni asteroidi. purtroppo però questo non era plausibile data la quantità d’acqua presente sulla Terra, del 70%, non trasportabile dagli asteroidi come previsto in questa teoria.

L’origine dell’acqua sulla Terra: lo studio dell’Università di Glasgow

pianeta terra
Pianeta Terra visto dallo spazio – Foto da Unsplash

Uno studio portato avanti da una squadra internazionale di ricerca dell’Università di Glasgow ci da la risposta. Secondo questo studio dietro la formazione dell’acqua sulla Terra c’è il Sole. Più nello specifico l’artefice della formazione dell’acqua sarebbe il vento solare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Un telescopio che permetterà di vedere delle galassie. La NASA è pronta al lancio

Il vento solare è composto da particelle di idrogeno ed inoltre, con la sua forza, questo sarebbe stato capace di trasportare alcuni piccoli frammenti di asteroidi, fino a farli depositare sulla Terra.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Cibo del futuro: l’Unione Europea da l’ok alle locuste

Questa teoria è stata studiata nei minimi dettagli, andato a studiare nello specifico i frammenti dell’asteroide Itokawa, i cui campioni sono stati raccolti nel 2010 da una sonda spaziale giapponese. I ricercatori poi sono riusciti a verificare che effettivamente questi frammenti di asteroide contenevano ben 20 litri d’acqua per ogni metro cubo di roccia, il che spiegherebbe la quantità d’acqua presente oggi sul nostro pianeta.