Anelli lunari: cosa sono e come osservarli

Avete mai visto degli anelli lunari? Ecco cosa sono e come poterli osservare facilmente ad occhio nudo in alcuni giorni dell’anno.

luna
Anelli lunari: cosa sono e perchè si vedono – Foto da Unsplash

La Luna è un corpo celeste davvero affascinante che da secoli ispira un sacco di artisti e poeti. Se guardato con attenzione, però, si possono scovare dettagli mai visti prima. Certe volte, infatti, quando si osserva la Luna ad occhio nudo si possono notare degli strani aloni attorno ad essa. Si chiamano anelli lunari e, no, non sono dei veri e propri anelli come quelli di Saturno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Solstizio d’inverno 2021, oggi 21 dicembre il giorno più breve dell’anno

Gli anelli lunari sono degli aloni molto luminosi che circondano la Luna e sono visibili durante tutto l’anno. Si tratta di un effetto ottico causato da nuvole sottili come i cirrostrati o i cirri, e dipende da alcuni fattori dell’atmosfera terrestre.

La rifrazione e riflessione della luce lunare che avviene sui cristalli di ghiaccio sospesi nell’atmosfera permette il generarsi di questo fenomeno ottico.

Anelli lunari: quali sono le condizioni migliori per osservarli

nuvole
Per osservare gli anelli lunari è necessario che nel cielo ci siano delle particolari nuvole: i cirrostrati – Foto da Unsplash

E’ chiaro che per poter osservare gli anelli lunari bisogna trovarsi in una zona della Terra fredda, ad esempio in montagna verso Gennaio. In questo periodo la temperatura è troppo bassa e quindi l’acqua presente in aria non è più liquida, ma si formano dei piccoli cristalli di ghiaccio che colpiti dalla luce della Luna, permettono questo fenomeno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Viaggiare nel tempo e nello spazio? Da oggi è possibile

Non è possibile vedere gli anelli lunari da qualsiasi posizione, poiché affinché il fenomeno sia visibile ci deve essere una precisa angolazione anche dell’occhio dell’osservatore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Estinzione di massa, ipotesi o realtà? Il terribile annuncio di un professore del MIT

Inoltre, affinché questo fenomeno possa essere osservato è necessario che il cielo sia limpido e che siano presenti questi cirrostrati, poiché in alternativa il fenomeno non sarà visibile. Se invece le nubi ci fossero ma non si trattasse di cirrostrati, bensì di nubi più dense, il fenomeno allo stesso modo non sarebbe visibile.