Una scatola nera per registrare la fine del mondo. Il progetto prende vita

Una scatola nera per registrare la fine della Terra? Tutti i dettagli sul progetto per registrare la fine del mondo.

scatola nera
La scatola nera della Terra nello stato australiano della Tasmania che è destinata a sopravvivere agli umani – Foto da CNN

Quella che vediamo in foto non è un semplice ammasso di ferro posizionato li, ma un vero progetto che prende vita, situato nello stato della Tesmania e destinato a rimanere li per davvero tanto tempo. Si tratta della Earth Black Box, una enorme struttura in acciaio dalle dimensioni di un pullman, indistruttibile e destinata a sopravvivere all’essere umano.

La sua funzione è la stessa di una scatola nera. Si tratterebbe di un dispositivo capace di registrare tutte le informazioni riguardo ciò che accade al suo esterno. Solitamente le scatole nere si trovano nelle macchine o negli aerei di linea permettendo così di risalire alle cause degli incidenti che spesso portano alla morte, con nessun testimone.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Il dispositivo che purifica l’aria inquinata. Un progetto tutto indiano

La Earth Black Box è dotata di hard disk e pannelli solari che permettono di ricaricarli. Questi hard disk permetteranno di registrare ed analizzare tutti i dati immagazzinati, dati legati al cambiamento climatico. L’imponente e resistente struttura di questa scatola nera permetterà di resistere all‘apocalisse, fornendo dati essenziali alle generazioni post apocalittiche, che queste siano umane o meno.

Earth Black Box: il perchè del progetto

cambiamento climatico (Unsplash)
cambiamento climatico (Unsplash)

 

Il progetto Earth Black Box sarò inaugurato all’inizio del 2022, grazie alla collaborazione tra l’Università della Tasmania, Clemenger BBDO e l’agenzia The Blue Society. Si tratterebbe più che altro di una provocazione alla società odierna, per invogliarla ad agire rapidamente contro il cambiamento climatico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Terra: da dove arriva l’acqua sul nostro pianeta? La risposta ce la da il Sole

Quest’ultimo, infatti, ad oggi risulta essere la principale causa che potrebbe portare ad una nostra prematura estinzione di massa. Tuttavia, il progetto è realmente funzionante ed i suoi creatori sperano che questa scatola nera possa realmente raccontare a delle civiltà future come la crisi climatica ha distrutto l’umanità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Un telescopio che permetterà di vedere delle galassie. La NASA è pronta al lancio

Jim Curtis, direttore dell’agenzia Clemenger BBDO dichiara: “L’idea è che se la Terra si schianterà a causa del cambiamento climatico, questo dispositivo di registrazione indistruttibile sarà lì per chiunque resti per imparare da esso“. Il direttore dichiara inoltre come l’Earth Black Box si trovi li anche per chiedere conto ai leader, assicurandosi che la loro azione o inazione venga registrata.