Piante ed acqua ossigenata, il rimedio “miracoloso” da provare

Tra i rimedi sorprendenti per curare le piante c’è anche l’acqua ossigenata. Ne basta davvero una piccola quantità per risultati soddisfacenti.

Bottiglia di perossido di idrogeno
Bottiglia di perossido di idrogeno (fonte viverepiusani.it – Pinterest)

Chi lo avrebbe mai detto? Tra i prodotti da applicare nel giardinaggio affinché le vostre piante crescano rigogliose e forti, c’è anche l’acqua ossigenata. Famosa per curare e lenire ferite o per disinfettare l’epidermide dopo graffi o prima di una puntura, l’acqua aiuterà le piante in maniera sorprendente. Basta applicarne davvero una piccola dose per risultati a prova di pollice verde.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Stagno fai da te per il giardino: idea creativa ed economica – VIDEO

In gergo tecnico è noto come perossido di idrogeno ma tale termine non è applicato nel linguaggio comune. Tutti conoscono il prodotto per il suo potere disinfettate ed una bottiglietta di acqua cosiffatta, non può mancare in nessuna casa. Facile da trovare in farmacia o nei supermercati, tale soluzione non va bevuta ed è sconsigliato usarla su gravi ustioni della pelle o su soggetti allergici che possono avere reazioni inaspettate. Tra i diversi usi che invece si possono fare, c’è anche quello del giardinaggio.

Curare le piante con l’acqua ossigenata: i modi di applicazione

Nebulizzare piante
Nebulizzare piante (fonte tuttivip.it – Pinterest)

Far si che una pianta rimanga sana e bella nel tempo, non è un compito facile. I pollici verdi lo sanno bene: c’è bisogno di conoscenza, dedizione e passione affinché la pianta viva a lungo e fiorisca di anno in anno. Tra i vari prodotti che possono favorire il raggiungimento dell’obiettivo, anche il perossido può contribuire con diverse applicazioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Parlare con animali e piante. A chi non capita?

  • Fertilizzante. Mescolando 1 cucchiaio di perossido a 3 litri di acqua, questa soluzione può essere usata per innaffiare le piante. La combinazione favorirà la crescita delle stesse e, se abbinato ad un fertilizzante naturale, l’effetto sarà ancor più efficace.
  • Combattere i parassiti. All’interno di uno spruzzino, versa acqua e perossido in quantità uguali e nebulizza le foglie ogni 3-4 giorni. Efficace soprattutto contro la cocciniglia, l’azione va ripetuta fino a quando la pianta non sarà libera da parassiti.
  • Combattere malattie e funghi. Lo stesso procedimento adoperato per i parassiti può servire anche per contrastare malattie della pianta e funghi. In presenza di macchie scure sulle foglie o di un’eccessiva esposizione al sole durante l’estate, mescola 1 cucchiaio di perossido con 1 litro di acqua e spruzza la soluzione sulle parti colpite.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Igienizzante fai da te: tre ricette per una casa pulita e senza batteri

La combinazione tra acqua naturale ed ossigenata, se usata per annaffiare, aiuta il terreno a compattarsi e dunque a prevenire anche le radici marce. Qualora i problemi alla vostra pianta dovessero persistere, bisogna necessariamente rivolgersi al fioraio di fiducia per capire come procedere.