Casa più calda con un metodo tutto green: il muro vivente

Vivere al freddo è una sensazione davvero spiacevole e, se anche tu vuoi una casa più calda, grazie a questo metodo green è possibile.

Persona infreddolita
Persona infreddolita (fonte Pixabay)

Negli ultimi anni della nostra vita abbiamo trascorso gran parte del nostro tempo in casa. Vivere in un ambiente confortevole, accogliente e caldo può aiutare anche a sentirsi meglio nei periodi più bui. E’ chiaro infatti che trovarsi in un appartamento in cui è difficile sentirsi a proprio agio non è una situazione piacevole. La cosa si aggrava se l’appartamento è anche freddo. Se le hai già provate tutte senza riuscire a scaldare l’ambiente, ecco come avere una casa più calda.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Rincaro bollette: la soluzione green per risparmiare

La posizione dell’appartamento, la sua esposizione ed il modo in cui questo è stato costruito, oltre ai materiali usati, giocano un ruolo fondamentale. Se l’appartamento è soleggiato, se infissi e porte sono di ottima qualità e non lasciano passare spifferi, ma soprattutto se la casa è stata ben isolata, allora riuscirà a mantenere il caldo. Al contrario, se anche soltanto uno di questi fattori viene meno, iniziano i problemi. La condensa può emergere a causa dell’umidità e del freddo, gli spifferi contrastano il calore interno e non sarà più piacevole restare così a lungo nell’appartamento. Un metodo green è la soluzione giusta!

Avere una casa più calda con un metodo tutto green: che cosa è

muro di foglie
muro di foglie (fonte Pixabay)

Tra i maggiori temi affrontati dal dibattito pubblico, vi è il Super Bonus del 110%. Grazie a questo sistema attuato dal Governo infatti, molti appartamenti possono dar vita a lavori importanti, come l‘isolamento della casa, con incentivi o addirittura a costo zero. Un altro metodo per mantenere il calore in casa, assolutamente green ed a costo zero, è quello del muro vivente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Muffa e umidità in casa? Tre piante per risolvere il problema

Uno studio condotto dall’Università di Plymouth, cittadina portuale a sud ovest dell’Inghilterra, ha mostrato come l’aggiunta di un muro vivente e verde ad edifici già esistenti, riduce la perdita di calore fino al 30%. L’esperimento è stato effettuato su una palazzina costruita negli anni ’70 e non coibentata. Ma come funziona? In sostanza, le foglie ombreggiano il muro, l’umidità evapora e si allontana dall’appartamento. L’installazione del muro vivente è stata fatta grazie all’utilizzo di piante sempre verdi ed è stata osservata per 5 settimane.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Pesci rossi banditi da sagre e feste. Un passo avanti nella tutela degli animali

Gli studiosi hanno notato la sostanziale differenza tra la parete in cui il muro era attaccato e quello in cui invece non vi era nulla. I risultati non lasciano dubbi: anche le foglie possono contrastare il freddo interno e rendere tutto più piacevole.