Latte di mandorla: realizzalo efficacemente a casa tua, è facile!

Avete mai provato il latte di mandorla? Si tratta di una bevanda ideale da bere durante la stagione estiva dove il caldo torrido ci tormenta.

latte mandorla casa
(Pixabay)

Le bevande vegetali sono sicuramente un’opzione da adottare nel caso in cui si ha voglia di bere qualcosa di fresco senza rinunciare alla leggerezza.

Tra tutte, una delle predilette è sicuramente il latte di mandorla. Si tratta di una bevanda molto buona che ha un contenuto di colesterolo molto basso.

Le sue proprietà benefiche, poi, non vanno a intaccare minimamente il suo gusto delizioso. Al suo interno, troviamo una grossa quantità di vitamine. Questa sua caratteristica lo rende una valida alternativa al latte vaccino.

Latte di mandorla: come si prepara in casa

latte mandorla casa
(Pixabay)

Per preparare il latte di mandorla, servono alcuni ingredienti, molto semplici da reperire: mandorle sbucciate (100 g), zucchero (25 g) e un litro di acqua. Ma non solo. Per preparare il latte di mandorla, servono anche alcuni strumenti di cucina: imbuto, una bottiglia di vetro, una ciotola, un canovaccio pulito e una bottiglia di vetro.

LEGGI ANCHE—>Susine rosse o gialle? Tutte le differenze fra i due frutti di stagione

La prima cosa da fare è prendere una ciotola e metterci le mandorle in ammollo con tanto di acqua a temperatura ambiente. Fate trascorrere un’intera nottata, scolatele senza buttare via l’acqua a cui dovrà essere aggiunta dell’altra acqua.

A questo punto, mettete le mandorle dentro al frullatore a velocità alternata, per poi aggiungere di volta in volta zucchero e acqua. Fatto questo passaggio, si dovrà filtrare l’acqua per poi versare il latte ottenuto all’interno di una bottiglia di vetro con un imbuto. La vostra bevanda è già pronta, ma se volete dargli un tocco in più potrete aggiungere un po’ di ghiaccio.

Ma come fare per conservarla nel migliore dei modi una volta pronta? Sappiate che il latte di mandorla, una volta imbottigliato, può essere conservato per un periodo massimo di 3 o 4 giorni.

LEGGI ANCHE—>Alcol e caldo: il connubio è consigliabile o da evitare?

Infine, l’ideale è consumarlo accompagnato a dei gustosissimi biscotti. La giusta scelta in questi giorni dove il cado e l’afa la fanno da padrone.