Quali elettrodomestici consumano troppo? Consigli utili per risparmiare

Molti elettrodomestici che noi utilizziamo quotidianamente hanno consumi diversi e incidono sulla nostra spesa annua in modo differente

forno
Come pulire il forno – Foto da Pixabay

Non tutti gli elettrodomestici che utilizziamo assorbono lo stesso quantitativo di energia. Informarci sul loro consumo è il primo passo per risparmiare sul costo della bolletta, sia per limitare l’impatto ambientale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Tre rimedi per eliminare la puzza di umido dal bucato. Bye Bye cattivi odori

Per sapere quanto consuma un elettrodomestico dobbiamo considerare tre fattori: dimensione, classe energetica, e tempistiche di utilizzo. Non tutti però hanno gli stessi standard di consumo e le differenze in termini di potenziali sprechi possono diventare enormi. A tal ragione è importante avere una buona conoscenza dell’apparecchio che stiamo utilizzando.

Tre fattori per consumare meno: dimensione, tempo e classe energetica

La lavatrice consuma tanta energia
La lavatrice consuma tanta energia (foto da Pixabay)

Per quanto riguarda le dimensioni, più sono grandi e più consumeranno; ad esempio prendiamo l’elettrodomestico presente in tutte le case, la televisione. Un modello con uno schermo di dimensioni importanti, avrà di conseguenza consumi molti più elevati, infatti se si desidera acquistare o regalare un nuovo televisore, per risparmiare energia sono indicati i modelli a LED o a OLED.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Origano in commercio non è più puro: l’UE mette in guardia

Un altro fattore importante, quando si parla di elettrodomestici è sicuramente la classe energetica. Ad esempio un frigorifero classe A di capacità media di 220 litri, con un congelatore da 50 litri consuma in media kWh all’anno, per una spesa di circa 63 euro. Dunque un modello classe A+++ consumerà molto meno rispetto ad un modello classe A.

L’ultimo parametro, ma non per importanza, da tenere sempre in considerazione è il tempo di utilizzo. È importante limitare le tempistiche cosi da non far aumentare troppo i consumi e quindi i prezzi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->La bevanda 100% vegetale che ti aiuterà ad abbassare la glicemia

Se dovessimo stabilire una classifica, di certo in vetta troveremmo, lavatrice e lavastoviglie alla pari con forno e ferro da stiro. Tutti questi strumenti di uso quotidiano se non dosati bene fanno lievitare molto il prezzo della nostra bolletta. Spesso infatti cadiamo nell’errore di credere che apparecchi come il ferro da stiro, il phone o il forno elettrico abbiano un grande impatto sulla bolletta. In realtà se ci pensiamo bene, sono elettrodomestici usati poco, e anche se producono consumi elevati il loro impatto sulla spesa annua sarà veramente basso. Dunque la parola d’ordine è tenere sotto controllo i consumi.