Grattacieli in legno: L’avanguardia ambiziosa della bioarchitettura

I grattacieli in legno rappresentano il futuro della bioarchitettura. Oltre all’aspetto ecosostenibile, i vantaggi di questo tipo di costruzione sono veramente molti.

casa prefabbricata in legno
casa prefabbricata in legno in montagna – Foto da Pixabay

Il legno è un materiale naturale, che nell’ultimo decennio ha conosciuto un nuovo e importante sviluppo. Le sue proprietà consentono di costruire strutture sicure, salubri ed efficienti, è ottimo per gli edifici residenziali e non solo: oggi lo è anche per i grattacieli.

Potrebbe interessarti anche → La Sansevieria: la pianta purificatrice certificata dalla NASA

Dopo i giganti d’acciaio protesi verso il cielo, oggi è il turno di scommettere su questo incredibile materiale, per realizzare, proprio dei grattacieli in legno. I pregi di questo materiale edilizio sono molteplici, primi fra tutti la sostenibilità e la rinnovabilità della risorsa. Inoltre hanno ottime caratteristiche in termini di resistenza sismica e al fuoco, durabilità e prestazioni energetiche e in base all’esigenze è possibile scegliere varie soluzioni tecnologiche.

Il legno sostituirà l’acciaio nella costruzione dei grattacieli?

casa prefabbricata in legno
Casa prefabbricata in legno in costruzione – Foto da Pixabay

Nonostante sia un materiale naturale e quindi soggetto ad agenti biologici e atmosferici, se si rispettano determinati parametri, l’edificio avrà lunga durata. Il legno infatti è ottimo per la realizzazione di edifici di grandi dimensioni e che si sviluppano in altezza. Effettivamente i grattacieli in legno, rispetto a quelli in acciaio, sono più leggeri, con fondamenta meno profondo e un impatto ambientale molto basso.

Potrebbe interessarti anche → Gli errori da evitare per coltivare il ciclamino e come promuoverne la fioritura

A dicembre del 2012 in Australia, a Melbourne, è stato inaugurato il Forte Building, una torre di 10 piani alta 32,17 metri. L’edificio realizzato con la tecnica costruttiva X-LAM, prevede la l’utilizzo di pareti formate da massicci pannelli di legno, incollati con strati incrociati. Questo tipo di costruzione prevede di ridurre al minimo l’impatto ambientale. Ad esempio è stato installato un sistema di raccolta dell’acqua piovana, utilizzato per il sistema antiincendio e per gli scarichi del wc. Un impianto di luci a Led con un indicatore che fornisce i dettagli dei consumi di ogni appartamento.

Un’altra realizzazione di grattacieli in legno è il complesso di appartamenti di Bergen in Norvegia o il The Cube nel quartiere londinese di Shoreditch. Il primo è costruito in legno lamellare e si sviluppa per 14 piani, l’altro invece con i suoi dieci piani raggiunge i 33 metri di altezza. Presto però altri due edifici dovrebbero superare questi record di altezza; si tratta del Tall Wood Building e la Oakwood Tower entrambi andranno ad arricchire lo skyline londinese.

Potrebbe interessarti anche → Alberelli di Natale fatti con le pigne. Come realizzarli?

Riassumendo tra i tanti vantaggi di un grattacielo in legno possiamo elencare: praticità, bassi costi di produzione, minore dispendio di mezzi di costruzione, facilità di trasporto e meno invasività. Oltre al valore prettamente ecologico delle costruzioni, gli architetti si pongono un ulteriore obiettivo, quello di realizzare un’esperienza urbana, rilassata piacevole e creativa.