Erbacce che ricrescono in fretta? Il segreto è svelato dalla scienza

Le erbacce che ricrescono in fretta è uno dei maggiori problemi del giardinaggio. Il motivo è stato individuato da alcuni ricercatori

taglio del prato (pixabay)
taglio del prato (pixabay)

Il problema di tutti gli appassionati del giardinaggio è da sempre la potatura del prato. Puntualmente le erbacce che noi estirpiamo, dopo poco tempo ricrescono. Questo ci costringe ad intervenire più volte sul nostro prato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Avanzi di frutta e verdura, come riciclarli in modo intelligente in pochi passi

La domanda dunque che attanaglia milioni di giardinieri è sempre la medesima. Perché l’erba appenda tagliata o rosicchiata dagli animali ricresce cosi velocemente? Un recentissimo studio dimostra le proprietà rigenerative delle graminacee.

Le graminacee e il loro incredibile potere rigenerativo

Giardino giapponese
Foto di Albrecht Fietz da Pixabay

Dopo anni e anni di dibattito accademico intorno al complesso mondo delle piante, una ricerca condotta da diversi istituiti coordinati fra loro, ovvero l’Istituto inglese John Innes Centre, in collaborazione con la Cornell University, l’University of California, la Berkley e l’University of Edinburg, ha prodotto risultati sorprendenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Hai bruciato una padella? Puliscila in questo modo, sarà come nuova

Questo studio ha svelato l’arcano mistero delle proprietà rigenerative delle piante appena tagliate, rivoluzionando totalmente i concetti chiave della botanica del diciannovesimo secolo. Il team di ricercatori ha difatti ribaltato alcune convinzioni. Come la classificazione delle graminacee che veniva considerate come piante appartenenti alla specie delle eudicotiledoni.

In realtà le piante graminacee appartengono alla famiglia monocotiledoni, una sensazionale scoperta realizzata mediante uno studio genetico delle piante. I ricercatori hanno applicato le teorie della genetica dello sviluppo applicata a modelli computazionali di ultima generazione per studiare a fondo il processo rigenerativo.

Questo processo rigenerativo che nell’erba avviene tramite una struttura a forma tubolare denominata guaina, comprende altre graminacee come mais, grano e riso. È proprio la guaina che consente alle graminacee di produrre una capacità rigenerativa davvero precoce. I geni che la compongono svolgono una duplice funzione.

In primis proteggono la pianta dagli agenti esterni come i parassiti, o dai traumi dovuti allo strappo o all’incisione. Inoltre attribuiscono alla pianta proprietà di rigenerazione che le permettono di riprodursi al momento del taglio, ricrescendo in altezza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Soffione della doccia, mai stato così pulito. Il trucchetto che nessuno ti ha mai detto

Infine vi consigliamo per il trattamento del vostro prato di mantenere sempre un’altezza medio alta. Questo consente all’erba di avere maggior spazio dove svolgere il processo di fotosintesi, e di conseguenza si avranno più piantine sane. Inoltre quando l’erba è più lunga cresce meno e ciò vi consentirà di intervenire meno con la tosatura.

Badate bene a non danneggiare la base dell’erba con il tosaerba, altrimenti non crescerà più. Mantenendo la giusta altezza è possibile ridurre le erbacce e tosare il vostro prato con meno frequenza.