Legna senza abbattere alberi? Con il Daisugi sarà possibile farlo

Un’antica tecnica giapponese permette di raccogliere della legna senza dover abbattere gli alberi. Scopriamo il Daisugi e le sue origini.

daisugi
daisugi: una tecnica giapponese sorprendente – Foto da Pinterest

Il disboscamento è sempre più presenti in questi anni, sia a causa del cambiamento climatico che dell’uomo. Per fronteggiarlo esistono diversi metodi, ma uno arriva direttamente dal Giappone.

Stiamo parlando del Daisugi, una tecnica di coltivazione giapponese che consente di avere della legna senza dover necessariamente abbattere un albero. E’ una tecnica che si applica principalmente sui cedri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> “Dallo zucchero al miele” , il nuovo progetto per proteggere gli animali impollinatori

Questi vengono potati a mano, facendo in modo che possano crescere solamente i rami superiori dell’albero da cui avranno vita i nuovi rami. I nuovi rami cresceranno come degli alberi ex novo, dritti e resistenti, in modo da tagliarli senza però distruggere l’albero. La forma particolare di questi alberi li ha resi molto richiesti anche come parte integrante dell’arredo di alcuni giardini di grandi ville.

La storia del Daisugi: l’antica arte giapponese di tagliare la legna senza abbatterla

daisugi
Daisugi: la tecnica giapponese per raccogliere la legna senza abbattere alberi – Foto da Pinterest

Il Daisugi trova le sue origini nel lontano 1300, quando venne inventato dagli abitanti di Kitayama, una regione di montagna situata a cica 20 km da Kyoto. La tecnica venne messa a punto per ottenere un maggior numero di materie prime. In quei tempi e data la zona montuosa, non era semplicissimo piantare e far crescere gli alberi, motivo per cui gli abitanti hanno cercato un metodo alternativo così da adattarsi alla situazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Sale per sciogliere la neve, gli effetti sull’ambiente sono devastanti

Crearono quindi questa nuova tecnica che permetteva non solo di avere maggiore legna, ma di aumentare anche la resistenza del legno prodotto. Con il Daisugi da un solo albero si potevano ottenere fino a 100 tronchi alla volta, cosa che altrimenti comporterebbe il disboscamento di un intero bosco. L’albero da cui è nato il tutto si chiama Shirosugi, ha 500 anni e si trova a Kitayama, da qui il nome della razza dell’albero “cedro di Kitayama”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Bacio sotto al vischio? Ma non toccarlo, è pericoloso

Il legno ottenuto con la tecnica del Daisugi risulta essere il 40% più elastico e 2 volte più resistente del legno di un normale cedro. I tronchi che crescono in maniera dritta lo rendono inoltre ottimale per realizzare le travi dei soffitti, classiche delle case giapponesi caratterizzate da travi a vista.