Cosa si sa sul Deserto del Maine? Lo strano caso che colpisce ancora oggi

Il Deserto del Maine ancora oggi riceve numerose attenzioni: meta turistica, è l’emblema dell’egoismo dell’uomo. Scopriamolo insieme.

Deserto del Maine
Deserto del Maine (Pixabay)

Il Deserto del Maine per chi non lo sapesse è una chiazza di sabbia e limo che misura circa 16 ettari, situata alla città di Freeport. Ancora oggi suscita tanta curiosità per il mistero che permea attorno a questo deserto. Tutto sta nel come si è formato: più precisamente non c’è nulla di cui vantarsi in quanto è causa dell’uomo e del suo egoismo. Emblema del cattivo uso della terra, frutto di una mala gestione del territorio per tanti anni.

La sabbia ed il limo che coprono questa area si trovano lì da almeno decine di migliaia di anni; a quanto pare il suo inizio avvenne quando durante l’era glaciale i ghiacciai che coprono il Maine hanno macinato le rocce rendendoli ciottoli e poi sabbia. Tuttavia è solo negli ultimi cento anni che sono emersi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Piante fertilizzate con acqua e sali d’Epsom, quello che accadrà sarà un piccolo miracolo

Il Deserto del Maine, la storia raccapricciante degli ultimi 100 anni

Deserto del Maine
Deserto del Maine (Pixabay)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Il centro della Terra ricreato in laboratorio: parla un team di scienziati

L’inizio della fine per il Deserto del Maine risale al 1797 quando un colono di nome William Tuttle diede origine proprio su quei terreni ad un’azienda agricola. Il problema sopraggiunge quando i suoi discendenti allo scopo di avere d’avanti un’attività più redditizia portando le lana delle loro pecore alle fabbriche tessili. Non ruotando le colture, il terreno ben presto divenne arido e privo delle sostanze nutritive e le pecore durante il pascolo distruggevano le piante ivi coltivate.

Un giorno apparve la piccola chiazza di sabbia sul terreno che continuò progressivamente a crescere nonostante gli interventi dei padroni di quel terreno. I Tuttle furono costretti ad abbandonare la loro casa e tentare di riprendere altrove la loro attività. Nel 1919 il Deserto del Maine venne usato come attrazione turistica.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Il giardinaggio è un nostro alleato, ci aiuta a ridurre lo stress e a vivere meglio

Una giusta intuizione che portò fortuna, oggi è tra i luoghi più visitati del Maine. Ma questo non deve far gioire, piuttosto riflettere su quello che è in grado di fare l’uomo. Un forte potere distruttivo dato dall’egoismo e dalla semplice incuria che può rivelarsi fatale e ancora oggi paghiamo le conseguenze di un‘inerzia del ‘700.