Liquirizia, gustosa e non solo: alla scoperta delle numerose proprietà fitoterapiche

Alla scoperta della liquirizia, la pianta dalle numerose proprietà fitoterapiche. Perché la liquirizia non può mancare in casa, soprattutto in questo periodo invernale.

Liquirizia, proprietà benefiche
Caramelle (Pixabay)

Quando pensiamo alla liquirizia è immediata l’acquolina in bocca. Si pensa subito alla caramelle che hanno accompagnato la nostra infanzia e che ancora oggi di tanto in tanto si consumano. Nell’ambito della fitoterapia la pianta di liquirizia ha un valore importante in quanto può essere un vero toccasana per la nostra salute, soprattutto durante la stagione invernale. Numerose le ricette da provare in casa (di cui ne parleremo nel proseguo).

La pianta di liquirizia – il cui nome botanico è Glycyrrhiza glabra – già in passato veniva usata per il benessere fisico, per curare l’igiene orale: era prassi diffusa masticarne i pezzetti di legno per pulire i denti e per allontanare il vizio del fumo. Ancora oggi perno della medicina cinese, la pianta si presta a tantissimi usi, sia interni che esterni. Fonte preziosa per curare i malanni stagionali.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Anice Stellato, caratteristiche e proprietà fitoterapiche

Liquirizia, alcuni consigli fitoterapici

Liquirizia, proprietà benefiche
Pianta di liquirizia (Pixabay)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Perdita del peso, i rimedi fitoterapici che agiscono sul nostro organismo

Pianta mediterranea, viene coltivata nelle zone meridionali e sulle isole. Si presenta come un piccolo alberello che produce dei fiori sulle tonalità del lilla e sotto forma di spiga, queste compaiono in estate. Ecco le principali proprietà riconosciute alla pianta:

  1. Emolliente
  2. Rinfrescante
  3. Diuretica

Perfetta inoltre per la stagione invernale perché agisce in caso di tosse, bronchite, disturbi da cattiva digestione. Come utilizzarla? Facilissimo, basta seguire alcuni semplici step. Per curare i malanni stagionali – anche nel caso quindi di raffreddore – è possibile preparare uno squisito decotto di liquirizia. Prendere 20 grammi di radice essiccata e farla bollire per 6-7 minuti in mezzo litro d’acqua. Si consiglia di assumerla due volte al giorno: mezza tazza la mattina e mezza la sera.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Echinacea, alla scoperta della pianta dalle molteplici proprietà fitoterapiche

Una cosa a cui prestare attenzione sono le dosi: la liquirizia infatti contiene un acido – l’acido glicirrizico – che può causare ipertensione arteriosa. Invece per i soggetti affetti da ulcera è sconsigliato il consumo di liquirizia. Tuttavia, possono acquistare in farmacia compresse di liquirizia senza l’acido glicirrizico in modo da evitare che questa sostanza possa provocare conseguenze nocive alla salute.