Echinacea, alla scoperta della pianta dalle molteplici proprietà fitoterapiche

Echinacea, la splendida pianta è portatrice di benessere. Le sue molteplici proprietà la rendono perfetta per curare numerosi sintomi. Un tesoro per la fitoterapia.

Echinacea proprietà
Echinacea (Pixabay)

L’Echinacea è una pianta bellissima da vedere, i suoi petali rosa rendono incantevole il paesaggio che la circonda. Ma questa pianta ha un enorme potenziale fitoterapico; viene impiegata infatti per curare diversi disturbi, rivelandosi un tesoro, una fonte inesauribile di benessere. Originaria dell’America centrale e sud-occidentale, fin dalle sue origini veniva impiegata per combattere le infezioni, malanni stagionali e ulcera. Le popolazioni indigene addirittura ricorrevano a questa pianta per rimediare contro i morsi di serpente.

Il nome deriva da echinos – letteralmente riccio – ovvero la brattea rigida e acuminata che protegge i fiori rosa. L’Echinacea contiene olio essenziale, echinasoide ed echinacina. L’esperienza ha dimostrato che le numerose proprietà della pianta fanno sì che a seconda del disturbo da curare è previsto sia un uso interno che esterno.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Aloe Vera: tutto ciò che c’è da sapere sulla pianta miracolosa

Echinacea, impiego e curiosità sulla pianta: una ricetta fitoterapica

Echinacea proprietà
Echinacea (Pixabay)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Rimedi naturali per coprire i capelli bianchi: salute e impatto zero

L’Echinacea stimola il sistema immunitario quando il livello del patogeno aumenta superando una certa soglia nell’organismo e reprime la risposta immunitaria una volta curata l’infiammazione. Secondo diversi studi, il consumo di questa pianta protegge l’organismo da malesseri stagionali quali per l’appunto i raffreddori con una riduzione pari al 10-30% che si contragga. La sua azione cicatrizzante, analizzata in laboratorio spiega perfettamente il perché questa pianta venisse usata sin dai tempi remoti nei casi di morso da serpente.

Come già anticipato, questa pianta può essere usata internamente che esternamente, internamente nei casi di:

  1. Fluido o tintura per per aumentare le difese dell’organismo;
  2. Nei casi di processi infettivi in corso, sia virali che batterica.

Uso esterno invece:

  1. Tintura o pomata come cicatrizzante;
  2. Acne;
  3. Foruncoli;
  4. Ferite;
  5. Ulcere della pelle,
  6. Psoriasi ed eczemi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Lavanda: tutto ciò che c’è da sapere su questa pianta benefica

Anche nel mondo della cosmesi, l’Echinacea è molto utile, soprattutto per combattere le smagliature: basta preparare l’impacco con 100 grammi di Echinacea (radice essiccata o tritata) e lasciarla in infusione in 1 litro d’acqua per una notte. Dopodiché la si può usare sulla pelle. L’impacco va preparato volta per volta e non può essere conservato, andrebbero perse le proprietà della pianta.