Semenzaio fai da te: un metodo semplice per coltivare in tutte le stagioni

Il semenzaio fai da te è un metodo semplice per coltivare le vostre piantine in tutte le stagioni. Vediamo come realizzarne uno per uso domestico o da giardino.

orto da balcone
Piantine nate nel contenitore delle uova (screen da video YouTube)

Sapete cos’è un semenzaio? Avete mai provato a realizzarne uno voi evitando di spendere soldi nei vari ingrossi? Bene se siete dei neofiti nel campo della coltivazione dell’orto o del giardino vi spieghiamo un attimo di che cosa si tratta e come realizzare un semenzaio fai da te.

TI POTREBBE INTERESSERE ANCHE -> Energia sostenibile, le fonti che tutti dovremmo conoscere

Il semenzaio è una struttura protetta che serve per la semina; consente una maggiore germogliazione dei semi anche in condizioni non ottimali. Ad esempio quando le condizioni climatiche iniziano a diventare meno adatte le piantine rallentano la loro crescita. Con il semenzaio questo non accadrà in quanto garantisce temperature ottimali per il loro sviluppo. Ma vediamo come realizzarne uno in pochi passaggi.

Semenzaio da orto o per uso casalingo. Le tue piantine cresceranno in ogni stagione

semenzaio contenitore uova (facebook)
semenzaio contenitore uova (facebook)

Nelle stagioni più rigide, autunno e inverno, far crescere nuove piantine diventa complicato. Le piante vanno in riposo vegetativo attendendo condizioni climatiche favorevoli alla germogliazione. Dunque le soluzioni sono due: o via attente ai tempi della stagionalità, oppure realizzate un comodo e semplice semenzaio fai da te.

TI POTREBBE INTERESSERE ANCHE -> Combustibili fossili: Italia troppo dipendente da queste fonti non rinnovabili

Il primo passaggio che dovrete fare è scegliere la posizione. Considerate che deve essere esposto alla luce e alle fonti di calore, perciò consigliamo di collocarlo orientato verso sud. In più scegliete un posto che sia abbastanza riparato da eventuali precipitazioni. Un altro elemento fondamentale è il terreno; alcuni consigliano di utilizzare un terriccio sterile, l’importante è che sia un terreno pulito.

Evitate di utilizzare il terreno dell’orto ad esempio, perché potrebbe essere contaminato da funghi o altre malattie. L’essenziale è che sia pulito, drenante e morbido, cosicché le ancora deboli radici delle piantine possano penetrarvi senza alcuna ostruzione.

Ora possiamo passare alla costruzione del semenzaio fai da te. In questo caso vi illustreremo due modelli, uno da tenere in giardino e uno un po’ più piccola da tenere in casa. Il semenzaio al letto caldo da posizionare in giardino è leggermente più complesso da realizzare, ma vi darà grandi soddisfazioni. Quello che dovrete procurarvi sono alcuni elementi facilmente reperibili.

Munitevi di un cassone di legno alto almeno 50 cm, con fondo aperto e un coperchio in plexiglas, e di una rete metallica a magli strette per evitare l’intrusione di animaletti dal fondo. Scavate una buca profonda circa 50 cm, e larga quanto il cassone, adagiando sul fondo la rete metallica. Ora procuratevi foglie e ramaglie e fate un primo strato su cui verserete del letame. Fissate il cassone sopra la buca e riempitelo con il terriccio pulito per circa 30 cm.

TI POTREBBE INTERESSERE ANCHE -> Energia rinnovabile: Il Principato di Monaco accelera sulle fonti alternative

Se non avete un giardino o un orto potrete comunque realizzare il vostro semenzaio domestico. Vi basterà procurarvi un contenitore di uova in cartone. Riempitelo con del terriccio sempre sterile o pulito, e posizionatelo al sole. Quando le piantine saranno germogliate potrete interrarle con tutto il vasetto.