Drago marino di 180 milioni di anni, l’incredibile scoperta che fa sognare gli scienziati

Un’equipe di paleontologi ha trovato dei resti di drago marino risalente a 180 milioni di anni fa. Una scoperta incredibile che lascia tutti sorpresi.

Drago marino, la scoperta sensazionale
Scavi (Pixabay)

Un’attività di scavo interessante quella che è stato condotta da una team di esperti e che ha portato ad un’incredibile scoperta. Ci troviamo nel Regno Unito, precisamente nella contea di Rutland, nelle Midlands orientali inglesi e degli scienziati hanno trovato un drago marino. Un ittiosauro che si distingue per le sue dimensioni gigantesche.

Il più grande e completo trovato sinora: le misure hanno scatenato l’attenzione da parte del web e dell’intera comunità scientifica: 10 metri di lunghezza ed un cranio che pesa oltre una tonnellata. Secondo gli esperti, questo esemplare risale a 180 milioni di anni fa.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Asciugamani ruvidi addio, con questo rimedio torneranno ad essere morbidissimi

Drago marino, la scoperta sensazionale che proviene dal Regno Unito

Drago marino, la scoperta sensazionale
Team di esperti davanti allo scavo (msn.it)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> L’acqua del condizionatore non buttarla! Può tornarti utile in questi modi

Da questa incredibile scoperta è emerso come ci si trovasse di fronte al Temnodontosaurus trigonodon, ovvero una specie appartenente al periodo Giurassico, ovvero intermedio dell’era mesozoica. Un ittiosauro di grandi dimensioni, secondo gli esperti questa specie presenta un corpo a barile ed un muso lungo, oltre che ad una coda a due lobi ed una peculiarità di non poco conto, ovvero degli occhi enormi, addirittura più grandi di qualsiasi altro animale.

Le sue sottili placche inoltre erano utili per proteggerli durante le immersioni. Per la prima volta è apparso 250 milioni di anni fa e – sempre secondo gli studi condotti – si sarebbe estinto 90 milioni di anni fa. Questi studi pregressi sulla specie animale sono stati corroborati da quest’ultima sensazionale scoperta.

Già nei mesi scorsi erano stati trovati alcuni resti del drago marino, alcune vertebre che hanno subito catturato l’interesse di tutto il mondo scientifico. Gli scavi, nati involontariamente per della pavimentazione, hanno cambiato direzione e si sono estesi su larga scala fino a quando non è emerso tutto nella sua incredibile bellezza.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> L’attrezzatura di base per un giardinaggio eccellente. Non puoi non averla!

Il team di paleontologi che si è occupato del caso, era guidato da Dean Lomax, un esperto di ittiosauri e che lavora oggi presso l’Università di Manchester.