Frutta e verdura, i prodotti stagionali immancabili sulla tavola di Natale

La frutta e verdura di dicembre raccoglie dei prodotti che arricchiscono in modo sano e gustoso le nostre tavole natalizie

Verdura di stagione
Verdura (Pixabay)

Finalmente ci siamo, dicembre è arrivato e Natale è alle porte. Ora è arrivato il momento di iniziare a pensare alla nostra cena della vigilia e tutti gli altri appuntamenti culinari delle festività. Ovviamente valorizzando la frutta e verdura della stagione

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Salmone affumicato, secondo una ricerca tedesca 9 volte su 10 è dannoso

Esiste un falso credo che ci fa credere che nel mese di dicembre la terra smette di produrre i suoi frutti, forse perché ingannati dalle rigide condizioni atmosferiche. In realtà il mese dicembre, cosi come tutti i mesi dell’anno, offre una varietà di frutta e verdura, che sono vere prelibatezze sia per il corpo che per il nostro palato. Ma vediamo quali sono.

Carciofi, finocchi, arance, mandarini e noci: un tripudio di sapori e benessere

Mandarini - pixabay
Mandarini – pixabay

In molti sono a conoscenza che molti di piatti tipici della tradizione natalizia sono realizzati con i prodotti stagionali del periodo. Tanta infatti è la frutta e verdura di dicembre che fa bella mostra nei mercati; ingredienti indispensabili per i piatti natalizi come il fritto misto di verdure, il rinforzo dell’insalata campana, o la tipica zuppa di verza calabrese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Come arrivare in forma a Natale: 3 consigli da non perdere

Gli amanti delle crucifere saranno veramente entusiasti in questo periodo; infatti il momento migliore per gustare questo prodotto è proprio questo. Le crucifere sono un must per le nostre zuppe: cavolini di Bruxelles, cavolo nero, verza e cappuccio, oltre ad essere estremamente gustose sono un vero toccasana per prevenire i malanni stagionali, essendo colme di proprietà nutrizionali. Ma non dobbiamo tralasciare assolutamente finocchi, sedano rapa, topinambur, radicchio, carote, bietola rossa. Un tripudio vegetale che oltre ad arricchire il piacere dei nostri sensi, può alleggerire perfino il cenone di capodanno; inoltre molti di questi ortaggi hanno eccezionali facoltà digestive.

Tra le novità di questo mese c’è di sicuro la cicoria; magari soffritta in padella con un po’ d’aglio in aggiunta alle fave, o abbinata alla pasta. In più contiene proprietà diuretiche, depurative e disintossicanti. Di certo sulle nostre tavole non potrà mancare il carciofo; tra le varietà più utilizzate quello romanesco dalla forma tondeggiante e la morbidezza del cuore, e quello di Sezze che cresce sui Monti Lepini. Questo prodotto oltre ad essere una prelibatezza al palato è ricco di ferro, fibre e cinara, una sostanza a funzione diuretica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Cosa fare e cosa non fare dopo i 60 anni: la salute passa per alcune regole

A colorare i cesti di frutta sono gli agrumi: mandarini e arance sono protagonisti indiscussi delle nostre tavole natalizie. Oltre al gusto unico, sono prodotti duttili che si prestano alla preparazione di piatti gustosi e per chi vuole osare anche gourmet; questi agrumi inoltre sono una preziosa riserva di vitamina C. Quello natalizio è sicuramente il periodo della frutta secca: fichi secchi, datteri, nocciole, noci e mandorle, sono degli ottimi snack da gustare a metà giornata o a fine pasto. Oltre ad essere gustosi e adatti per combinare varie preparazioni, sono un vero toccasana per controllare il colesterolo.