Pulizie in casa, i cinque errori da evitare assolutamente

Pulizie in casa: il più delle volte si compiono delle azioni che possono risultare non solo nocive per la salute ma pregiudicano quanto pulito sino a quel momento.

Pulizie in casa errori comuni
Pulire casa (Pixabay)

Tra le attività più odiate c’è sicuramente quello di pulire casa. Stirare, lavare i piatti, spolverare… insomma non sono sicuramente cose piacevoli ma che riguardano la vita quotidiana di chiunque. Che sia mera distrazione o uno schema compiuto tutti i gironi, ci sono delle attività che non andrebbero compiute secondo prassi diffusa.

Disattenzioni che possono risultare nocive: si pensi ad esempio ai casi in cui si lava il pavimento prima di pulire la stanza, questo errore è molto frequente. Il pavimento va lavato solo dopo aver provveduto a spolverare tutti i mobili perché in caso contrario si deposita nuovamente sul pavimento e la stanza non sarà fresca al 100%. Ci avevi mai pensato? Sono numerosi gli errori che si compiono, eccone alcuni.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Lampadari difficili da pulire? Scopri i trucchi che ti faciliteranno le pulizie

Pulizie in casa, gli errori più clamorosi

Pulizie in casa errori comuni
Pulire casa (Pixabay)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> L’acido citrico: un alleato perfetto per la pulizia della casa, ed è anche green

Tra gli errori più comuni per quanto concerne la pulizia della casa vi sono:

  1. Utilizzo dello spolverino: un arnese divertente e molto scenografico ma che in realtà non serve assolutamente a pulire. Se lo scopo dello spolverino – come suggerisce il termine stesso – è quello di rimuovere la polvere, questo viene eseguito a metà in quanto la sposta da un’altra parte. Meglio usare un panno di microfibra umidificato;
  2. Unico detergente: Spesso per motivi di tempo si preferisce usare un solo detergente ma questo può rivelarsi nocivo per i mobili; il prodotto per i vetri infatti non è indicato per i monitor della televisione o del pc. E lo stesso dicasi per i mobili in legno, si rischia di gonfiarli;
  3. Detergente sul mobile: Prassi molto diffusa ma che può macchiare la superficie stessa lasciando l’alone. Anche sulle etichette dei detersivi è indicato testualmente che il prodotto va applicato sul panno;
  4. Pulizia del telecomando: Un’attività molto trascurata, erroneamente. Toccati da numerose mani, finisce a terra e si prende non solo di polvere ma diventa un serbatoio di batteri. Pulirlo con prodotto apposito ma non spruzzarlo direttamente sul telecomando, si andrebbero a distruggere le componenti elettroniche.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Forno pulitissimo in pochi minuti. Il segreto è non farlo mai

Ultimo consiglio: i vetri non vanno puliti quando c’è il sole. Questo infatti va ad asciugare direttamente e questa velocità contribuisce a formare aloni o patine. Meglio optare per una giornata più nuvolosa, ma attenzione! Il rischio di lavare i vetri poco prima di un temporale è dietro l’angolo, fatevi furbi!