Pulirsi il sedere, sei sicuro di farlo nel modo giusto? Il consiglio degli esperti

Pulirsi il sedere, sembra una domanda retorica e priva di ogni logica ma così non è: dietro un’azione errata può nascondersi la causa di alcuni disturbi sulla zona delicata.

Pulirsi correttamente il sedere
W.C. (Pixabay)

Pulirsi il sedere, sei sicuro di farlo nel modo giusto? questa domanda che potrebbe sembrare scontata e banale in realtà non lo è. Al di là del sorriso iniziale che può suscitare, è una domanda non solo lecita ma che bisogna porsi seriamente. Spesso infatti i disturbi correlati a quella zona possono essere dovuti proprio a come si compie questa azione quotidiana. Il movimento, l’intensità, la frequenza sono tutti fattori da valutare attentamente per capire se si sta sbagliando qualcosa.

I prodotti impiegati inoltre possono sicuramente influire anche sul proprio benessere fisico. Carta impiegata, detergente intimo, doccia, salviette umidificate insomma sono questioni che incidono sul rituale di pulizia che accomuna tutti. Se hai quindi delle perplessità a proposito, non resta che scoprire le risposte degli esperti.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Stitichezza, con questi tre alimenti dirai addio al fastidioso disturbo

Pulirsi il sedere, gli errori da evitare

Pulirsi correttamente il sedere
W.C. (Pixabay)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Pulizia della casa, quali oggetti sfuggono alle faccende domestiche?

Come già anticipato prima, gli esperti sono stati chiamati a rispondere su alcuni quesiti in materia. Prima domanda su come pulirsi con la carta igienica; per quanto riguarda il movimento, entrambi vanno bene. Che sia dal basso verso l’altro o viceversa, la pulizia è comunque idonea. Ma attenzione all’intensità con cui viene compiuto questo gesto; se troppo energico infatti si corre il rischio di recare danni sulla zona anale, quali ragadi o emorroidi.

Attenzione inoltre alla carta che viene usata; spesso contengono metilisotiazolinone, un conservante che può provocare allergie. Sull’uso delle salviette umidificate qualcuno si è espresso positivamente; sarebbero per certi aspetti utili in quanto andrebbero a rimuovere lo sporco in maniera più energica rispetto alla semplice carta.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Butti i tubi della carta igienica? Non farlo, ti mostriamo come riciclarli

La doccia può essere l’alleato numero uno per rimuovere lo sporco e assicurarsi una pulizia approfondita. Usare il getto d’acqua proprio sulla zona da trattare. Importante! Scegliere sempre un detergente intimo specifico e che non sia aggressivo. Evitare quindi il doccia schiuma sulle zone intime.