Piante da ufficio, migliorano l’umore e l’ambiente lavorativo, quali scegliere

Piante in ufficio per migliorare non solo il nostro umore, ma anche l’ambiente lavorativo. E’ importante scegliere quelle giuste, non troppo faticose da dover curare.

Pianta in vaso (Pixabay)
Pianta in vaso (Pixabay)

Le piante da ufficio non sono solo una decorazione, ma svolgono anche una funzione utile. Una pianta da interni sulla scrivania del PC, su una cassettiera o su un ripiano nella stanza aiuta a purificare l’aria, poiché elimina le tossine e rilascia maggior ossigeno, permettendo di respirare meglio. Sono importanti anche perché possono migliorare l’umore e, quindi, l’ambiente stesso di lavoro. Negli uffici più “verdi” si registra un maggiore livello di benessere, secondo uno studio pubblicato sul Journal of Experimental Psychology. Occorre scegliere una specie di pianta resistente, che possa resistere nei fine settimana senza irrigazione, che non abbia bisogno di stare all’aperto e che non richieda la luce diretta nel caso di una stanza senza finestre.

Ti potrebbe interessare anche -> “Orchidea che sembra morta, è davvero così? Cause e rimedi giusti per salvarla”

Quali piante da ufficio scegliere?

Piante grasse (Pixabay)
Piante grasse (Pixabay)

Prendersi cura delle piante in ufficio può essere faticoso, perché è un lavoro costante: ecco quali sono le piante migliori, facili da gestire e che decoreranno l’ambiente. Ottima per depurare l’aria è la pianta Spatifillo grazie alle sue proprietà che eliminano le tossine presenti. Basta mantenerle nel vaso di terriccio e innaffiare 2-3 volte a settimana. Queste piante sono di facile manutenzione e si caratterizzano per i suoi colori chiari, inoltre non crescono eccessivamente.

Sanseviera, un’elegante pianta africana anche chiamata “lingua di suocera”; si distingue per le foglie lunghe e appuntite e dai bordi gialli. Prendersi cura di una sansevieria è semplice: la luce diffusa ma indiretta stimola la crescita di queste piante da ufficio, però anche l’ombra va bene, basta evitare le correnti d’aria. Necessita di poca acqua durante l’estate e quasi nulla durante l’inverno.

Ti potrebbe interessare anche -> “Giardino terapia, tutti i benefici del giardinaggio. Rinasci con la natura anche in inverno”

La pianta di Bambù, deliziosa per la sale d’attesa. Cresce molto e velocemente in altezza, si presta quindi ad essere utilizzato come divisorio o paravento in uno spazio di lavoro condiviso. Queste piante da ufficio aggiungono un tocco rilassante per l’associazione alla filosofia zen, quello che ci vuole per allontanare lo stress. Fare attenzione alle temperature troppo fredde, sconsigliate, e il terriccio deve essere sempre umido.

Chiamata “tronchetto della felicità“, una perfetta pianta da ufficio è anche la Dracena, adatta a chi non ha il pollice verde ed è tra le più utilizzate. E’ in grado di purificare l’aria assorbendo sostanze nocive, con le sue foglie verdi dona un tocco di eleganza all’ambiente circostante. Molto simile alla pianta Falangio, o anche pianta ragno, le sue foglie crescono dal centro e sono sottili e ricadenti.

Ti potrebbe interessare anche -> “Ciclamini, come “moltiplicarli” a casa tua anche se non hai il pollice verde”

La pianta d’ufficio per eccellenza è il Ficus. Ha bisogno di molta luce indiretta e terriccio umido, trattandosi di una pianta tropicale. Vive a lungo e può essere potato per darle una forma originale e creativa. Sono piante tolleranti, resistenti e durature, le grandi e larghe foglie verdi arrederanno gli spazi dell’ufficio in maniera impeccabile.