Giardino terapia, tutti i benefici del giardinaggio. Rinasci con la natura anche in inverno

Stare in giardino è terapeutico: ti sveliamo quali sono gli effetti positivi dello stare a contatto con la natura durante il giorno

giardinaggio
Foto di photoAC da Pixabay

Il rapporto tra l’uomo e la natura appartiene alla notte dei tempi. L’uomo è nato e cresciuto nella natura, peccato che via via, con l’evoluzione, questo rapporto sia diventato sempre più rado. Quante ore al giorno passiamo noi oggi a contatto con la natura? Praticamente zero tra la vita da ufficio, il fuggi fuggi in città tra acquisti e commissioni varie ed il ritorno a casa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Il giardinaggio è un nostro alleato, ci aiuta a ridurre lo stress e a vivere meglio

La dimensione cittadina ha preso sempre più il sopravvento su quella naturale ed oggi forse, abbiamo capito che questa tendenza va cambiata. Ce ne siamo resi conti soprattutto con la pandemia che ci ha costretti a rimanere in casa per troppo tempo, donandoci quel senso di soffocamento che abbiamo cercato di colmare in estate “rifugiandoci” nel cuore della nostra bella natura. E abbiamo fatto bene perché stare anche solo in giardino durante la giornata ci fa bene. I risultati sono strabilianti e li racconta tutti Sue Stuart-Smith nel suo libro.

Stare in giardino è terapeutico: ecco perché

La cura del giardino riduce lo stress
La cura del giardino riduce lo stress (foto da Pixabay)

Sue Stuart-Smith nel suo libro The Well Gardened Mind, tradotto da Roberta Zuppet in italiano per Rizzoli con “Coltivare il giardino della mente” ci spiega come occuparsi del giardino sia terapeutico ed è per questo che ognuno di noi dovrebbe tornare a riappropriarsi di questo rapporto. “In media ogni settimana un bambino trascorre all’aria aperta meno ore di un detenuto di massima sicurezza” ha precisato Sue Stuart-Smith specificando come l’evoluzione digitale e tecnologica ci porta a stare davanti agli schermi e ad abbandonare il rapporto con il mondo, che sia con gli altri, con la natura e con tutti gli altri spazi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Giardinaggio in inverno, non rinunciare al green solo perché fa freddo

La studiosa spiega come trascorrere del tempo in giardino aiuta a rigenerarsi, a fare il pieno di energia non solo perché respiriamo l’aria pulita ed il cervello si ossigena meglio ma anche perché ognuno di noi può dedicarsi a pensieri diversi e nello stesso tempo si impegna anche fisicamente con la cura del giardino. Questo offre la possibilità di stabilire nuove connessioni e di rilassarsi facendo dei lavori manuali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Giardino d’inverno, come realizzarlo in poco spazio e godere al massimo della pace

In queto modo si crea un rapporto costante con il giardino che richiede cura e responsabilità contunuative. Il verde non può essere abbandonato e per questo richiede partecipazione in un rapporto che è un dare ed un ricevere. “Un giardino è sempre l’espressione della mente e il risultato delle cure di qualcuno” scrive l’autrice spiegando il forte legame che si viene a creare.