Una casa ecosostenibile: i consigli di cui hai bisogno per vivere in modo green!

Vivere in una casa ecosostenibile riducendo il nostro impatto ambientale è possibile con i consigli giusti. Basta sprechi inutili, per vivere in modo green basta seguire questi semplici suggerimenti!

Casa ecosostenibile (Pixabay)
Casa ecosostenibile (Pixabay)

Una casa ecosostenibile, o ecologica, è un’abitazione progettata, costruita ed arredata in maniera tale da essere caratterizzata dalla scelta di materiali naturali. Per chi ha già una casa e non ha potuto tirarla su in modo sostenibile, la riduzione dei consumi energetici, l’uso di energie rinnovabili e di elettrodomestici sempre più intelligenti, sono i passaggi da seguire per diminuire l’impatto ambientale attraverso i nostri consumi. E’ importante impegnarsi nel voler cambiare le proprie abitudini e le proprie scelte. Vediamo come fare.

Ti potrebbe interessare anche -> “Fuochi d’artificio e polveri sottili, pericolosi per l’ambiente e gli animali, arrivano i divieti comunali”

Come diventare ecosostenibili, risparmiare rendendo green i nostri consumi

(Pixabay)
(Pixabay)

Dal momento che la nostra casa non è ecosostenibile nella struttura, il nostro compito è renderla tale attraverso i nostri consumi. L‘acqua è un bene primario, che è a rischio per il futuro. Il primo consiglio è appunto cercare di risparmiare questo bene essenziale, facendo attenzione al consumo che ne facciamo. La lavastoviglie, ad esempio, permette un consumo minore di acqua rispetto a quando li laviamo a mano.

Certo, non tutti possono permettersi una lavastoviglie in casa, allora il suggerimento è di filtrare l’acqua per evitare di acquistarla in bottiglia: così diminuiremo il nostro impatto ambientale in due direzioni, l’acqua e la plastica. Basterà utilizzare bottiglie in vetro, le quali durano decenni, e le andremo a riempire con la nostra acqua depurata. Anche l’uso che si fa della lavatrice può influire, infatti, è preferibile scegliere lavaggi brevi a basse temperature, risparmiando così acqua e energia.

Ti potrebbe interessare anche -> “L’utilizzo alternativo dell’acqua frizzante. Quello che non ti aspettavi”

Quando parliamo di zero sprechi, ci riferiamo alla diminuzione dei rifiuti prodotti in casa che, una volta inseriti “nel mondo esterno”, impiegano anni per essere smaltiti, decenni per essere smaltiti correttamente. E’ importante quindi regolarsi con gli acquisti, rendendoli sostenibili preferendo packaging riciclabili e comprando solo ciò che ci serve.

Ti potrebbe interessare anche -> “Come risparmiare un anno di prodotti di stagione. La soluzione a portata di mano”

E’ importante anche scegliere prodotti che possono essere riutilizzati diverse volte, i dischetti in cotone, utili per struccarsi, ad esempio, sono facili da lavare in lavatrice e utilizzabili centinaia di volte. Anche il materiale dei prodotti presenti in casa deve essere compatibile con l’ambiente, lo spazzolino in bambù con fibre naturali è un esempio, rispetto al classico in plastica; così come tutte le stoviglie usa e getta, basta!

Lo scopo è proprio quello di eliminare tutti quegli oggetti che si usano e vanno poi gettati via. Dobbiamo prediligere tutti quei prodotti che durano nel tempo e che, una volta terminato il loro compito, non inquinano perché sono compatibili con l’ambiente.