Viola del pensiero, proprietà fitoterapiche della celebre pianta

Viola del pensiero, la celebre pianta presenta numerose proprietà fitoterapiche ed è oggi tra i principali fiori impiegati per il nostro benessere.

Viola del pensiero proprietà fitoterapiche
Viola del pensiero (Pixabay)

“Che bella pansé che tieni, Che bella pansé che hai… Me la dai la tua pansé?” quando Renato Carosone cantava questa canzone nella prima metà del ‘900 aveva creato un forte scandalo per il doppio senso del testo. La pansé è la viola tricolor, ovvero la viola del pensiero. Il bellissimo fiore dall’intenso colore e dalle sfumature gialle e marroni, è abbastanza diffusa in Italia dalla pianura alla montagna, meno in Italia meridionale.

Dal punto di vista fitoterapico, della viola del pensiero ne vengono impiegati i fiori e la parte aerea della pianta colti e fatti essiccare in luogo ombroso. Solitamente, chi vuole avere questa bellissima pianta, opta per la coltivazione biennale o annuale in varietà per i grossi fiori colorati; la sua commistione di giallo, bianco e violetto la rende gradevolissima per gli occhi. Un mix cromatico che regala intense sensazioni.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Papavero, dalla cucina alla cosmesi: i mille usi del celebre fiore

Viola del pensiero, i mille impieghi della celebre pianta

Viola del pensiero proprietà fitoterapiche
Viola del pensiero (Pixabay)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Liquirizia, gustosa e non solo: alla scoperta delle numerose proprietà fitoterapiche

La viola del pensiero può essere impiegata come sciroppo, succo, decotto per curare sia le affezioni cutanee che per i disturbi delle vie respiratorie. Le sue foglie fresche schiacciate sono un valido rimedio per favorire la cura di piaghe e ferite, merito del suo potente effetto cicatrizzante. Se hai le mani rovinate invece, il suo infuso curerà le mani rovinate in caso di malattie della pelle ed è utile anche per i bambini piccolissimi in quanto agisce sulla crosta lattea.

Se non hai le mani rovinate ma vuoi concederti una coccola fitoterapica, allora usa il decotto dei fiori nel latte: le mani appariranno più morbide, applicabile anche sul viso.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Echinacea, alla scoperta della pianta dalle molteplici proprietà fitoterapiche

Attenzione però, le dosi elevate della pansé possono provocare dermatosi allergiche sulle pelli particolarmente sensibili. Ai bambini invece la pianta fresca può causare vomito. Il decotto di viola si prepara usando 6 grammi di fiori in 1 dl di acqua. Utile per fare lavaggi e bagni parziali sulle zone interessate, perfetta per il trattamento di affezioni cutanee.