Basilico, coltivarlo in casa è semplicissimo: i pochi ma importanti step da seguire

Il basilico, la pianta aromatica per eccellenza: il suo profumo mette subito di buonumore. Come fare per averlo in casa? Basta seguire pochi ma importanti passaggi.

Basilico come coltivarlo in casa
Basilico (Pixabay)

Il basilico è la pianta aromatica verde per eccellenza e simbolo del Made in Italy. Se le nostre pietanze sono talmente gustose da essere invidiate in tutto il mondo è merito anche di queste foglioline dal profumo inconfondibile che dona sapore e infonde il buonumore. Che sia sulla caprese o nel pomodoro fresco nella celebre pasta alla Norma – piatto catanese – il basilico dona sempre quel qualcosa in più ai nostri piatti.

Non solo gusto; il basilico infatti è noto in fitoterapia per le sue numerose proprietà: combatte l’alitosi e sui piatti a crudo favorisce la digestione. L’ocimum basilicum è davvero una fonte preziosa per il nostro organismo, quindi perché non coltivarla in casa? Per un prodotto 100% e a chilometro zero, step facilissimi da seguire.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Ti piacciono le zucche? Il metodo per coltivarle in casa – VIDEO

Basilico, come coltivarlo in casa

Basilico come coltivarlo in casa
Basilico (Pixabay)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Coltivare pomodori utilizzando le uova. Semplicemente fantastico – VIDEO

Il basilico per crescere rigoglioso richiede di essere travasato, questo perché seppur possa sembrare a primo occhio un’unica pianta, in realtà sono tante piccole piante e quindi vanno staccate e posizionate in un vaso più grande, se rimane nel vaso madre non cresce.

  1. Terriccio e fori sul fondo del vaso grande sono le due caratteristiche per favorire il drenaggio alla pianta, indispensabile per la crescita.
  2. Le piante precedentemente staccate nel loro insieme, vengono poi inserite nel nuovo vaso, l’una a distanza di qualche centimetro dalle altre;
  3. Procedere subito dopo ad innaffiare, il basilico è una pianta che ha bisogno di tanta acqua. Scegliere l’alba o il tramonto come il momento della giornata per innaffiarla in quanto sono le ore più fresche, un’azione da compiere quotidianamente;
  4. Luce, il basilico richiede una costante luce ecco perché va posizionato nella zona più luminosa della casa.

Se invece si desidera coltivarlo con i semi, occorre preliminarmente sapere che la pianta non sopporta le temperature rigide, quindi la primavera è la stagione ideale per la semina:

  1. Terriccio fino a due centimetri dal bordo del vaso;
  2. Applicare i semi di basilico;
  3. Sbriciolare la terra per coprire i semi;
  4. Esporla alla luce del sole e innaffiarla tutti i giorni.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Yucca, come coltivarla in modo pratico. Sapevi che è anche detta il tronchetto della felicità”?

In passato al basilico venivano riconosciute proprietà afrodisiache; il suo nome in greco significa “degno della casa del re” proprio per sottolineare l’incredibile profumo della pianta che ben caratterizza la stagione estiva. Numerose le pietanze a base di basilico, soprattutto nel sud Italia.