La tecnica margotta: come riprodurre le piante in casa a costo zero

Se vuoi riprodurre il numero di piante presenti nel tuo appartamento, grazie alla tecnica margotta potrai farlo senza comprare nuove piantine.

Tecnica con sacchetto di plastica
Tecnica con sacchetto di plastica (fonte toutvert.fr – Pinterest)

Nel tuo appartamento vorresti ci fosse ancora più verde ma ti piacerebbe dar vita a nuove piante partendo da quelle che hai già in casa? La tecnica da seguire è la margotta grazie alla quale, riuscirai a riprodurre nuove piantine figlie partendo da quella madre. I tempi di fioritura cambiano a seconda della pianta ma gli step da seguire sono uguali per tutte le madri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Odore di chiuso ostinato, i rimedi naturali per una casa profumatissima

Sistema di riproduzione agamico, cioè asessuato che consente la nascita di nuovi organismi partendo da un singolo organismo, è la tecnica tra le più usate per la moltiplicazione delle piante da appartamento. Come funziona? Il sistema messo a punto, prevede il distacco di un ramo (pianta figlia) dalla pianta (pianta madre) quando la prima sarà ben radicata. Sono diverse le piante che si riproducono grazie a questa tecnica: dalla rosa alla camelia, dal ficus al bosso, dalla magnolia all’edera. Ma come procedere? Di seguito il sistema descritto passo dopo passo.

La tecnica margotta: il procedimento

Tecnica con bottiglia di plastica
Tecnica con bottiglia di plastica (fonte Pinterest)

Potrebbe sembrare una tecnica difficile da attuare ma, una volta compreso il meccanismo, bisognerà soltanto seguire il procedimento per come è descritto. Grazie a questa tecnica, valida alternativa della talea, potrai avere più piante in casa a costo quasi pari a zero.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Fertilizzante naturale adatto a tutte le piante. Da realizzare in casa con due ingredienti

  • Incidere il ramo: il primo step da seguire è l’incisione della corteccia del fusto o di un ramo, esattamente al di sotto di un nodo. Nel caso in cui vuoi moltiplicare una pianta di ficus, prima dell’intaglio procurati un fiammifero: ti servirà a bloccare la perdita del liquido che uscirà dal ramo.
  • Crea habitat: affinché il sistema prenda il via, è necessario creare l’habitat ad hoc. Per farlo, sistema un foglio di plastica trasparente o una bottiglia di plastica intorno all’incisione. All’interno dovrai sistemare dei composti organici come torba o sfagno ben inumiditi. Questi serviranno ad incentivare la crescita della pianta figlia.
  • Taglia il ramo: trascorso il tempo necessario (circa 40 giorni per le piante da appartamento e due anni per quelle da esterno) potrai procedere con il taglio del ramo ed il suo rinvaso. Poiché il foglio di plastica trasparente consente l’osservazione, prima di procedere con il taglio, assicurati che le radici si siano ben sviluppate così da dar vita ad una nuova piantina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Cometa dalla luce verde. La scienza rivela il perché dello strano colore

Il giardinaggio richiede passione, dedizione e amore per le piantine. La tecnica appena descritta, se seguita step by step, consente a chiunque di rendere la propria casa più verde prendendosi cura delle piantine già presenti in appartamento.