La Ricehouse: un’eccellenza della bioarchitettura made in Italy

La Ricehouse è un’eccellenza della bioarchitettura made in Italy. Questa struttura è realizzata con gli scarti della lavorazione del riso

riso
Foto di MYCCF da Pixabay

La Ricehouse è una startup innovativa di Biella che trasforma gli derivanti dalla lavorazione del riso in materiali utili per le costruzioni in bioedilizia. Il progetto di bioarchitettura di questa startup italiana sta suscitando tanto interesse in tutta Europa tant’è che la società di Riso Gallo è entrata di recente nel progetto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Come pulire la cappa della cucina? Sgrassatore fai da te pronto in un attimo

La Ricehouse è la casa realizzata con gli scarti del riso, un 100% made in Italy, ha notevoli proprietà antisismiche, doti di isolamento termico e riduce notevolmente l’impatto ambientale contenendo i consumi e le spese energetiche. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e che cos’è questa eccellenza della bioarchitettura italiana.

La startup avanguardista della bioedilizia italiana

bioarchitettura - (pixabay)
bioarchitettura – (pixabay)

Il riso non è solo buono per deliziare i nostri piatti, la sua lavorazione produce un enorme quantità di rifiuti non facilmente smaltibili. L’innovativo progetto della Ricehouse, vuole riutilizzare e riciclare gli scarti del riso per creare materiali edili ad utilizzare nella bioedilizia. Per chi non lo sapesse il progetto è ispirato ad una antica tecnica di costruzione piemontese delle cascine.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Vecchia poltrona, tante idee su come riciclarla in poco tempo ed in modo green

I fondatori del progetto Ricehouse, Tiziana Monterisi e Alessio Colombo, sono partiti proprio da questa idea, valutando attentamente le potenzialità edilizie degli scarti della lavorazione del riso. Ogni ettaro produce mediamente 7 tonnellate di riso e 10 tonnellate di rifiuti. L’Italia è la prima in Europa per la produzione di riso, ma ovviamente questo primato si estende anche alla produzione di rifiuti da lavorazione del riso.

Nello specifico gli scarti del riso per edificare una casa presentano diversi vantaggi. Innanzitutto danno alla struttura un aspetto molto gradevole, quindi hanno un valore estetico aggiuntivo che altre case non hanno. Inoltre sono materiali del tutto naturali, con elevate proprietà termiche che consentono di abbattere i consumi energetici.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Stai scoppiando ma non rinunci al dessert? E’ normale, lo dice la scienza

Nello specifico, le case sono interamente costruite in pannelli in legno e paglia di riso, insieme ad altri leganti naturali a base di argilla o magnesite e proteine di soia. La startup ha già realizzato una ventina di costruzioni, tra cui anche una scuola dell’infanzia post terremoto vicino Camerino. Per adesso, è il Nord all’avanguardia: case di questo tipo si trovano in Valle d’Aosta, Liguria, Piemonte, Lombardia e Umbria.