Green Friday, alcuni consigli per uno shopping sostenibile

Il Green Friday è l’alternativa al più noto Black. Acquistare sì, ma in maniera ragionevole. Ecco cosa fare per uno shopping sostenibile.

Green Friday
Shopping (Pixabay)

Ieri è stata la giornata del Black Friday, l’idea statunitense che ha raggiunto negli ultimi anni anche l’Italia. Shopping spesso smisurato, invogliato da prezzi vantaggiosi. Il Black Friday invoglia anche a fare acquisti poco utili o comunque che non servono molto nella vita di tutti i giorni. Visto l’eccessivo consumismo che ne deriva, viene da domandarsi se c’è un modo per intervenire contro questo spreco e fare degli acquisti più consapevoli.

Ebbene, la risposta è sì e si chiama Green Friday, l’alternativa consapevole. In altri termini, le aziende locali invitano i consumatori a fare delle scelte più mirate ed evitare di essere vittime del consumismo.

Il Green Friday contempla alcune condizioni, tre azioni compiute dai commercianti:

  1. No alle promozioni di venerdì;
  2. Donare il 10% del fatturato giornaliero ad un’associazione;
  3. Favorire un consumo responsabile.

LEGGI ANCHE -> Cinque idee per rendere il maglione della nonna un capo trendy

Green Friday, guida per un consumo consapevole

Green Friday
Shopping (Pixabay)

LEGGI ANCHE -> Come riciclare vecchi jeans, idee per tutti: dalle borse ai tappeti fino alle fodere

Sono principalmente tre le buone condotte da elevare a stile di vita.

  1. Prodotti locali: abbandona i tuoi dispositivi e non lasciarti andare agli acquisti meramente online. Il commercio tradizionale a causa della pandemia ha subito un durissimo attacco, quindi non c’è niente di più gratificante che andare per negozi. I prodotti a km 0 inoltre consentono un risparmio di 1,44 kg di CO2 in quanto il trasporto non è necessario per gli acquisti locali;
  2. Pasto vegetariano: non si vive di sola carne, i piatti vegetali dispongono di tutti i nutritivi utili per fare un’ottima alimentazione. un risparmio pari a 1,46kg di emissioni di CO2 e oltre 1.000 litri di acqua al giorno è quello si può ottenere sostituendo un pasto di carne con uno vegetariano;
  3. Acquisti ragionevoli: lo avevamo già anticipato, ridurre lo spreco è la scelta più giusta per dare vita ad un Green Friday soddisfacente. Optare sempre per riparare i vestiti usati o acquistare quelli di seconda mano, il pianeta sicuramente ringrazierà.
  4. App: negli ultimi tempi sono diverse le applicazioni per smartphone che promuovono l’acquisto di seconda mano. Tutto è molto semplice, basta scaricare l’app e entrare nella community.

Ovviamente il consumatore deve fare del suo meglio per dare un tocco green ai suoi acquisti.