Macchie bianche sui cactus? Cosa sono e come curarle

I cactus non richiedono particolare cura ma, alcune macchie bianche, possono apparire sulla pianta. Ecco di cosa si tratta ed i rimedi.

Pianta di cactus malata
Pianta di cactus malata (fonte cactuseros.com – Pinterest)

Annoverabili tra le piante adatte anche ai pollici meno verdi, i cactus sono infatti amici verdi che non richiedono particolari cure ed attenzioni. Anche chi dedica poco tempo al giardinaggio o chi ritiene di non esserne capace, può tenerli in casa proprio per la loro facilità di gestione e cura. Ma anche i cactus possono ammalarsi. Il campanello di allarme sono alcune macchie bianche che appaiono sulla superficie della pianta, riconducibili principalmente a due motivi.

LEGGI ANCHE >>> Piante grasse, come curarle in inverno: alcuni semplici passaggi

Originari della America centro meridionale, il cactus è una pianta tipica delle pianure desertiche ma non esclusivamente di quella ambiente. E’ facile infatti trovarli tra gli alberi ed i cespugli anche se il loro habitat naturale è sicuramente un ambiente arido e secco. Proprio per questo sono facili da tenere in casa. Questo tipo di pianta non richiede particolari cure e nemmeno di essere annaffiato con frequenza. Seppur più semplici da gestire, anche le piantine di cactus possono presentare problemi.

Macchie bianche sui cactus? Parassiti e funghi

Cocciniglie sul Cactus
Cocciniglie sul Cactus (fonte astucesdegrandmere.net – Pinterest)

Possono apparire all’improvviso e destabilizzare il proprietario della piantina. Se sul vostro cactus appaiono delle macchie bianche, niente panico. Ci sono due motivi scatenanti ma curabili. In primo luogo potrebbe trattarsi di un infestazione da parassita. Due parassiti principali possono attaccare le piante in case: il Coccus hesperidum, parassita marrone che attacca la pianta e si nutre della linfa, e le cocciniglie cotonose. Non appena le macchie bianche appaiono, bisogna isolare il cactus. Le cocciniglie infatti possono attaccare le altre piantine limitrofe. Per queste ultime, anche se sane, è consigliabile l’utilizzo di olio di Neem, utile a prevenire l’infezione. Per il cactus invece, il rimedio è quello di trattare la sua superficie con dell’ovatta imbevuta di alcool, una volta al giorno per una settimana.

LEGGI ANCHE >>> Le foglie del ciclamino cadono? Come porre rimedio: 3 aspetti a cui guardare

LEGGI ANCHE >>> Orchidea sfiorita, con questo rimedio casalingo la pianta tornerà a sbocciare

Le macchie bianche possono essere anche la manifestazione di un’infezione da fungo. Se la parte colpita è circoscritta, si può porre rimedio con una miscela fatta in casa e composta da due parti di latte ed una di acqua. La soluzione va spruzzata ogni 2-3 giorni, nel primo periodo, e poi riprendere il trattamento dopo due settimane. Anche l’acqua ossigenata è un valido rimedio contro i funghi. Nebulizzata sulla pianta o cosparsa su della ovatta imbevuta può contribuire alla guarigione del cactus. Il consiglio è di provare sempre sulla parte colpita, onde evitare danni alla piantina. Se le macchie persistono, è necessario l’utilizzo di rimedi chimici.