Come annaffiare le piante se parti per le vacanze natalizie? Il metodo facile, veloce ed economico

Se stai per partire e non sai come annaffiare le piante durante le vacanze natalizie, devi conoscere tutti i metodi efficaci per non rovinare il tuo giardino.

irrigatore per piante
irrigatore per piante (fonte Pixabay)

Le vacanze natalizie sono alle porte e la maggior parte degli italiani saranno in viaggio per ricongiungersi con amici e parenti. Se anche tu stai per partire e non sai come annaffiare le tue piante in casa, ecco i consigli ed i metodi efficaci che ti consentiranno di stare tranquillo e trovare le piante ancora sane al tuo ritorno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Piante grasse, gli errori più comuni da evitare per coltivarle al meglio

Se non hai una vicina di casa o un’amica a cui lasciare le chiavi di casa ed il compito di dare l’acqua alle tue piante con cadenza regolare, non devi preoccuparti. Anche in tua assenza, le piante possono continuare a vivere serenamente ed i tuoi sforzi per l’angolo green ricreato, non saranno stati vani. Dunque, di seguito tutti i metodi infallibili per non abbandonare le tue piante in casa.

Come annaffiare le piante se parti per le vacanze natalizie? I rimedi

sistema innaffiamento per capillarità
sistema innaffiamento per capillarità (fonte daviddomoney.com – Pinterest)

Il prossimo weekend sarà quello del famoso esodo. Approfittando infatti di sabato e domenica, in molti saranno in viaggio per Natale. E chi si occuperà delle piante? Se si tratta di giardini, l’irrigatore automatico farà il uso dovere. Ma ecco i rimedi da attuare per annaffiare le piante di casa anche in tua assenza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Piante e inquinamento, quali proteggono la nostra abitazione?

Il primo metodo che tutti conosciamo è quello della bottiglia capovolta. Lasciando una bottiglia all’interno della pianta, questa assorbirà l’acqua necessaria e non seccherà. Prima di partire puoi pensare di creare un ambiente umido avvicinando tutte le tue piante. Stando raccolte riusciranno a mantenersi sane grazie all’umidità. Importante è non lasciare le piante al buio o esposte direttamente ai raggi solari e quindi, scegli un angolo perfetto di penombra.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Vuoi delle piante grasse belle e vigorose? Evita questi errori comuni

Anche le biglie di acqua possono aiutarti: se inserite nel terreno rilasciano la loro acqua per 15-20 giorni. In pochi conoscono infine il metodo dell’innaffiatura per capillarità: lasciando una bacinella piena di acqua vicino alle piante, collega il recipiente ed il vaso con una corda. Man mano che questa assorbirà l’acqua, la trasporterà anche nella terra mantenendola bagnata. Dunque, parti spensierato. Grazie a questi rimedi le tue piante saranno sanissime al tuo rientro.