Piante aromatiche, come coltivarle in casa? Lo step by step da seguire

Sapevi che le piante aromatiche sono facili da coltivare in casa? Segui tutti i passaggi e scoprirai come fare per avere il tuo piccolo angolo profumato.

Basilico come coltivarlo in casa
Basilico (Pixabay)

Le piante aromatiche danno alla casa un tocco verde e profumato. La loro incredibile aroma li rende molto accattivanti e apprezzatissime. Le piante aromatiche non solo creano una intensa atmosfera ma sono utilissimi per dare un tocco unico alle pietanze. Non sono difficili da coltivarle, si richiedono solo piccoli accorgimenti e averli sarà facilissimo.

Le piante aromatiche inoltre hanno la peculiarità che non richiedono un occorrente particolare, ad esempio possono essere coltivati anche su dei contenitori in plastica, un modo non solo per evitare di acquistare appositi contenitori, ma altresì si possono riciclare dei contenitori che altrimenti rimarrebbero inutilizzati. Quindi se vuoi coltivare le piante aromatiche, non ti resta che seguire questi passaggi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Lavanda, proprietà ed esperimenti fitoterapici

Piante aromatiche, i segreti per coltivarle in casa senza fatica

menta
menta – Unsplash

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Test: qual è il tuo carattere? Scopri il fiore che ti rappresenta

Tendenzialmente le piante aromatiche richiedono poco terra, tuttavia ognuna di esse ha le proprie esigenze. Le piante perenni come rosmarino, salvia e timo si distinguono dalle altre piante – annuali – come il basilico e l’erba cipollina o la menta per la tipologia di foglie; le piante perenni infatti presentano delle foglie più robuste e durano tutto l’anno, riescono a sopravvivere anche alle temperature rigide invernali. A differenza del basilico che all’arrivo dell’inverno inizierà a bruciarsi.

Questo significa che per coltivare le aromatiche in casa occorre distinguere queste due categorie di piante: le perenni possono essere posizionate nel medesimo contenitore – ovviamente che tenga conto dello spazio richiesto da ogni pianta. Separato il basilico e separata la menta, quest’ultima è particolarmente invasiva.

  • Per quanto riguarda il rinvaso, questo dev’essere perfettamente drenato, a tale scopo si richiede l’utilizzo sul fondo dell’argilla espansa e coprirla con una lingua di tessuto traspirante;

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Incenso, non solo aroma: alla scoperta delle numerose proprietà benefiche

  • Terriccio, per le aromatiche va bene anche quello universale, tuttavia se si usano dei vasi grandi insieme al terriccio è consigliabile aggiungere della sabbia. La pianta aromatica più alta – anche per una questione estetica – va posizionata al centro;
  • Illuminazione: le piante come salvia e timo hanno bisogno di tantissima luce a differenza delle piante come il basilico che vanno posizionante nell’angolo dove il sole si manifesta poche ore al giorno.