Orchidee perfette: la guida completa per curarle nel dettaglio

Vuoi delle orchidee perfette ma non sai da dove partire? Con questa guida imparerai come curare le tue orchidee al meglio.

orchidee
Orchidea rosa – Foto da Pinterest

Le orchidee sono piante meravigliose che conquistano chiunque grazie ai loro fiori eleganti ma allo stesso tempo vivaci. In Italia sono forse le piante più amate e diffuse, tanto che ormai si possono trovare anche in vendita nei supermercati.

Tuttavia, mantenere l’orchidea fiorita ed in salute non è semplice come si potrebbe credere. Molto spesso dopo averla acquistata i fiori tendono a cadere e l’orchidea tende ad appassire. Ciò può essere dovuto ad una scorretta esposizione alla luce o in un innaffiamento poco regolare o troppo frequente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Orchidea fiorita anche in inverno? Scopri come fare con questo metodo infallibile

I fattori che concorrono al deterioramento di questa piante sono davvero tanti. Proprio per questo motivo è essenziale conoscere nei dettagli ciò di cui ha bisogno questa pianta tropicale. A questo proposito abbiamo realizzato una guida completa per mostrarvi come prendersi cura al meglio dell’orchidea.

Cura dell’orchidea: 4 regole da seguire per una pianta perfetta

orchidee
Orchidee bianche in vaso – Foto da Pinterest

Non sai come prenderti cura della tua orchidea? Con queste 4 semplici mosse avrai delle orchidee perfette ed in salute.

  • CURA DELLE RADICI: l’orchidea è una pianta caratterizzata da radici molto particolari e differenti da quelle che siamo abituati a vedere. E’ facile osservare come queste radici siano esterne al terreno nella maggior parte dei casi. Questo perchè le orchidee sono piante parassite che si aggrappano ad altre piante o alberi per sopravvivere. In questo modo le radici assorbono l’umidità della corteccia dell’albero alla quale si aggrappano.Spesso però, queste radici risultano più molli del normale e ciò significa che stanno marcendo. In questi casi è necessario tagliare le radici marce dopo aver lasciato la pianta in ammollo per un’ora. Infine, disinfettare il vaso con dell’aceto e rinvasare la pianta, cambiando il terriccio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Orchidea, le radici dicono molto sullo stato della pianta: come controllarle

  • POSIZIONE PERFETTA: trovare la posizione perfetta l’orchidea non è un’impresa semplice. Si tratta di una pianta tropicale, ma non ama il sole diretto. D’altro canto ha comunque bisogno di molta luce per sopravvivere. La posizione perfetta è quindi un luogo dove arriva abbastanza luce alla pianta ma non direttamente.

 

  • CONCIME: è sempre bene ricordarsi di concimare la pianta. L’ideale è utilizzare un concime a base di azoto così che possa rinforzare le radici. In commercio esistono tantissimi concimi pensati proprio per le orchidee, ma è sempre meglio controllare che sia presente una buona quantità di azoto all’interno. Dopo aver concimato la pianta non innaffiatela per almeno un giorno, altrimenti l’efficacia del concime calerebbe.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> I boccioli di orchidea non si aprono? Ti sveliamo il motivo

  • FIORI: chi acquista un’orchidea per la prima volta molto spesso si sconforta vedendo cadere i fiori con l’arrivo del freddo. In realtà l’orchidea può fiorire anche d’inverno. Ciò che le permette di avere fiori rigogliosi sempre sono gli sbalzi termici. Il segreto è annaffiarla con meno regolarità e tenerla la mattina sul balcone e il pomeriggio e la sera all’interno di casa.