Auto elettriche: in Italia ci sono troppe poche stazioni di servizio, il report

Le auto elettriche saranno obbligatorie nel prossimo futuro, ma per ora l’Italia è fanalino di coda sulle colonnine. Cosa dice il report.

auto elettriche italia colonnine
(A. Krebs – Pixabay)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Solo il 7,5% delle stazioni di servizio ha le colonnine per le auto elettriche in Italia. A dirlo è il report Colonnine in autostrada 2022 del sito InsideEVs.it. Il portale online ha valutato la presenza o meno della colonnina per fare il pieno al motore elettrico. Il risultato è stato impietoso per l’Italia.

Infatti, le aree di servizio che disponevano di questo servizio si riducevano persino al Sud, dove solo 4 stazioni su 506 sparse sul territorio nazionale sono riuscite a fornire questo servizio. Nel resto del Paese non va di certo meglio. Solo 34 colonnine a fronte di oltre 500 stazioni sono riuscite nell’impresa.

Eppure le auto elettriche immatricolate in Italia sono davvero tantissime, soprattutto anche in vista del prossimo stop ai mezzi con motore a gas o a benzina. Quali sono le altre criticità evidenziate dal report?

Auto elettriche, in Italia il costo per ricarica è di 79 centesimi al kWh

auto elettriche italia costo pieno
(falco – Pixabay)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In generale, per potersi muovere agevolmente con le auto elettriche per l’Italia, è importante poter effettuare una ricarica di almeno 30 minuti con almeno 350 kWh di capacità. Infatti, il problema è proprio questo. Le colonnine a disposizione nelle stazioni di servizio sarebbero 59, ma scendono a 38 perché alcune di queste non hanno la potenza giusta per fare il pieno.

I punti di ricarica, invece, passano da 259 disponibili a 172 effettivi, proprio per via di questa capacità tecnica che viene meno. Dove essere certi di trovare la colonnina adatta per le proprie esigenze? Per fortuna, diverse città si stanno attrezzando, soprattutto quelle più grandi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Agricoltura: guadagni esorbitanti per i giovani imprenditori under 35

Le Regioni più virtuose in tal senso sono: Emilia Romagna, Lombardia, Val D’Aosta e Umbria. Le peggiori – ma solo al momento – sono Basilicata, Molise e Sicilia. Infatti, in queste Regioni spesso è necessario uscire dal casello autostradale solo per poter ricaricare l’auto.

Il problema è che così è difficile programmare un viaggio in auto senza sprechi grazie al motore elettrico. Ci si deve attrezzare con un motore almeno ibrido, che però continuerà a emettere CO2 quando si userà la parte con alimentazione a benzina o diesel.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Pacchi dal cielo: l’assurda trovata e-commerce per le consegne a domicilio

Anche il costo per ricaricare le auto elettriche in Italia cambia da Regione a Regione. In media, si spendono circa 0,79 euro a kWh ricaricato. Se si ha un abbonamento, si può accedere a un piccolo sconto. Un esempio in tal senso è uno degli abbonamenti di Tesla, che riduce il costo a 0,52 euro. Ma si dovrebbe avere una Tesla…