Bucce di banana, non buttarle mai più via, sono fondamentali per le tue piante

Le bucce di banana sono delle fonti preziose per le nostre piante. Ecco perché non conviene buttarle via, alcuni suggerimenti su come impiegarle.

Bucce di banane per piante
Banane (Pixabay)

Uno dei frutti più gustosi sono le banane. Gialle, belle da vedere e dolcissime, fonte inesauribile di potassio. Consumata dai più piccoli a merenda e dagli adulti per uno spuntino gustoso. Anche gli appassionati di fitness la consumano prima di sottoporsi ad una sessione di allenamento. Delle banane non si butta nulla, la sua buccia infatti non commestibile per l’uomo, può comunque essere impiegata per le piante.

Quindi se stai consumando il frutto tropicale, non buttare le bucce… queste si rivelano un tesoro incredibile per le piante che abbiamo in casa. Ecco alcuni segreti per un giardinaggio producente e 100% naturale. Piccoli trucchi ideali anche per chi non ha il pollice verde. Procedimenti molti semplici.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Frutta e verdura, i prodotti stagionali immancabili sulla tavola di Natale

Bucce di banana, i segreti per un giardinaggio 100% sostenibile

Bucce di banane per piante
Banane (Pixabay)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Pelle più sana e giovane grazie alle mele. Gli innumerevoli benefici di questo frutto

Al pari del frutto, la buccia di banana è una fonte di potassio, quindi utilissimo per le piante in quanto ne favorisce la crescita. Per poterla usare, basta grattugiare la buccia e interrarla a qualche centimetro. Questo composto 100% bio sostituisce ogni fertilizzante. Possibile anche ottenerlo in forma liquida usando oltre alle bucce, dell’acqua. Precisamente:

  1. cinque bucce per ogni litro di acqua
  2. acqua.

Il fertilizzante ricavato dalle bucce si ottiene portando ad ebollizione l’acqua – secondo le dosi sopra riportate – insieme alle bucce, precedentemente tagliate a pezzettini, per quindici minuti. Dopodiché lasciare riposare il composto, giusto il tempo che si raffreddi. Per avere un prodotto ancora più liquido è possibile sminuzzare la buccia con il frullatore ad immersione. Il fertilizzante può essere impiegato sia per le piante dell’orto che per i fiori in vaso posizionati sul balcone.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Candele naturali fatte con i gusci di frutta: via al riciclo e alla fantasia

Questo metodo assicura una maggior vitalità delle piante ed una maggiore fioritura. Va usato ogni quindici giorni in estate e una volta al mese in inverno. Le piante sicuramente ringrazieranno e anche l’ambiente, un’occasione per ridurre l’impatto ambientale ed evitare così lo spreco dei doni che ci offre la natura.