Lenzuola, ogni quanto le cambi? Questo è il tempo limite, non andare oltre

Cambiare le lenzuola è un gesto da compiere con regolare frequenza per evitare alcuni rischi di cui forse non sei ancora a conoscenza.

Rifare il letto
Rifare il letto (fonte Pixabay)

Gli esperti di igiene e pulizia della casa, probabilmente effettueranno questo gesto a giorni alterni ma non è necessario essere così fissati. Cambiare le lenzuola del proprio letto è un gesto importante per l’igiene della persona ma ogni quanto bisogna farlo per evitare i rischi di batteri e funghi? Ecco tutte le indicazioni più opportune.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Lenzuola rovinate? I rimedi per smacchiare la biancheria ingiallita

Per chi non ha in casa un’asciugatrice, cambiare lenzuola e asciugamani con frequenza diventa un vero e proprio incubo. Stendere i panni in casa è infatti ciò che capita ai più in questi periodi particolarmente freddi ed i panni tendono a non asciugarsi mai. Per tale ragione, si tende a fare il bucato con tempi più lunghi proprio perché gli stendini in casa risultano sempre occupati. Ma è giusto? La regola prevede lavaggi e cambi di lenzuola più rapidi ma quali sono i tempi da rispettare?

Ogni quanto cambi le lenzuola? Tempi e consigli utili

Asciugamani puliti
Asciugamani puliti (fonte Pixabay)

Sebbene esistano tempi tecnici per asciugare il bucato in casa, è utile sapere che le lenzuola andrebbero cambiate con una frequenza regolare. Trascorriamo nel letto più tempo di quanto pensiamo, circa un terzo della nostra vita, ed è quindi fondamentale che sia sempre igienizzato e pulito. Batteri e funghi possono infatti annidarsi sotto le coperte senza che ce ne accorgiamo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dormire senza mutande fa benissimo, da oggi devi farlo anche tu

Il primo consiglio utile da seguire è quello di far arieggiare il letto al mattino. Aprire le finestre e lasciare che il letto prenda aria per almeno trenta minuti, è una pratica assolutamente consigliata. Per evitare colonie di germi sotto le coperte, le lenzuola andrebbero cambiate almeno ogni 10 giorni così da riposare in un luogo sempre fresco e pulito. Lo stesso discorso vale per gli asciugamani che spesso rimangono umidi per giorni e possono essere terreno fertile per i batteri. Questi infatti andrebbero cambiati ogni 3 giorni, così da evitare brutte sorprese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Tre rimedi per eliminare la puzza di umido dal bucato. Bye Bye cattivi odori

Se fuori piove, fa freddo e non hai un’asciugatrice, cerca di ritagliare uno spazio in casa in cui tenere sempre lo stendino senza che ingombri e che l’umidità dia fastidio ai più. Rispettando i tempi indicati il tuo bucato sarà sempre pulito e non correrai rischi.