Vestiti smacchiati senza candeggina, in lavatrice devi aggiungere…solo rimedi green

Vestiti sporchi e spenti? Niente paura, con questi metodi sarà possibile ottenere dei vestiti bianchi e splendenti senza utilizzare la candeggina.

Panni al vento
Panni bianchi lavati e stesi (da Pixabay)

Avere una biancheria sempre pulita e splendente è il sogno di ogni maniaco delle pulizie e dell’ordine. Spesso però non è facile avere sempre i panni perfetti come appena comprati. Il motivo risiede nel fatto che il bianco con il passare del tempo tende naturalmente ad ingiallire.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Unghie fragili, con questi rimedi naturali torneranno più forti che mai

In questi casi la prima soluzione è la candeggina, un prodotto molto aggressivo che non si può utilizzare sempre, poiché a lungo andare potrebbe rovinare i capi. Si possono utilizzare delle alternative meno aggressive, come ad esempio prodotti naturali quali limone o aceto.

Vestiti sporchi: 5 rimedi per sbiancarli senza utilizzare la candeggina

Lenzuola bianche stese al sole

Lenzuola bianche stese al sole (fonte carillohome.com – Pinterest)

Per ottenere un bianco splendente senza utilizzare la candeggina esistono diversi metodi naturali.

  • SUCCO DI LIMONE: il limone è noto per le sue capacità sbiancanti, grazie alla presenza dell’acido citrico all’interno del suo succo. E’ l’ideale per la biancheria un po’ ingiallita, senza ricorrere alla candeggina. Per utilizzarlo si riempie una bacinella con dell’acqua tiepida e si aggiunge il succo di un limone spremuto. Per una maggiore efficacia si può fare un decotto. Basta mettere a bollire dell’acqua inserendo anche il succo di uno o due limoni, oltre ad aggiungere anche un paio di fette. Dopo una decina di minuti spegnere il fuoco e filtrare il decotto. Metterlo in una bacinella e inserire i panni sporchi in ammollo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Lavandino sporco, i rimedi naturali per pulirlo senza stress e farlo brillare

  • BICARBONATO DI SODIO: dall’alto potere sbiancante, il bicarbonato di sodio è l’alleato perfetto per dare nuova vita alla biancheria, soprattutto se usato in combinazione con il succo di limone. Basta inserire mezza tazza di bicarbonato direttamente nell’alloggio del detersivo, per poi procedere con il normale lavaggio.
  • PERCARBONATO DI SODIO: diverso dal bicarbonato, il percarbonato di sodio è un valido sostituto della candeggina. Viene venduto sotto forma di polvere e si inserisce anch’esso nell’alloggio del detersivo. Affinchè abbia effetto si consiglia di effettuare un lavaggio ad almeno 50 gradi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Carta stagnola, i tanti usi che non conoscevi. Alcuni sono dei barbatrucchi

  • ACETO: cosi come il limone anche l’aceto ha un grande potere sbiancante ed, inoltre, dona lucentezza ai capi. Basta inserire una tazzina di aceto nell’alloggio del detersivo e procedere con il normale lavaggio.
  • ACQUA OSSIGENATA: l’acqua ossigenata per uso domestico al 3% permette di sbiancare anche delle macchie localizzate. In questo caso si mette un po’ d’acqua direttamente sulla macchia da sciogliere, tamponando con uno straccio o un batuffolo di ovatta.