L’albero di giada a bonsai, il modo semplice per realizzarlo

L’albero di giada a bonsai è una chicca che vi consigliamo per arricchire la vostra casa. Vediamo come realizzarlo in modo semplice

pianta di giada (pixabay)
pianta di giada (pixabay)

L’albero di giada o pianta di giada, conosciuta anche come pianta dell’amicizia, o del dollaro d’argento, è una specie appartenente alla famiglia delle piante grasse. Questo arbusto succulente è originario dell’Africa meridionale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Natale e stereotipi, quale personaggio hai ritrovato a tavola con te?

La consistenza poco legnosa dei suoi steli, la rende particolarmente adatta alla realizzazione di Bonsai. La bellezza delle sue foglie carnose di color verde smeraldo la rendono una pianta adatta ad arricchire il nostro ambiente domestico.

Realizza il tuo bonsai fai da te con un ramo dell’albero di giada

La cura del giardino riduce lo stress
La cura del giardino riduce lo stress (foto da Pixabay)

La bellezza di questa pianta sa in ogni aspetto della sua struttura, caratteristiche che la rendono un bonsai del tutto unico, che si adatta ad ogni dimensione della casa. il tronco man mano che cresce assumerà tonalità che vanno dal rosso al bruno in base all’età.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> L’albero di Natale è l’icona delle festività. Ma quanto grava sulla bolletta elettrica?

Vediamo come realizzarlo in pochi passaggi; procuriamo una talea magari da una pianta più grande. Il ramo giusto deve avere una lunghezza di 15 centimetri circa, con una circonferenza di bella robusta. Sarà il tronco del vostro bonsai.

Il vaso che andrete a scegliere sarà in terracotta, che abbia dei fori di scolo sul fondo. Con delle cesoie andiamo ad applicare un taglio obliquo sul ramo scelto. Ciò che suggeriamo e di scegliere un ramo aereo cosicché la messa a dimora sarà subito adattabile al terriccio.

Una volta ottenute le radici, procuratici un terriccio di qualità che sia una miscela composta con una buona parte di perlite. Questo renderà il terreno drenante evitando di far marcire la giovane talea.

Gli alberi di giada bonsai richiedono un rinvaso ogni due tre anni per mantenere la saluti dell’albero. La potatura deve essere fatta con una certa regolarità, questo per mantenere la forma di albero nano. Potrete pizzicare i rami all’indietro ogni volta che raggiungono l’altezza desiderata. Questo farà rinforzare i rami facendo sbocciare altri fiori.

Il posizionamento è molto importante, queste piante hanno bisogno di tanta luce solare diretta. Collocateli perciò vicina ad una finestra o in una zona molto soleggiata. L’assenza di luce diretta può comprometterne la crescita facendoli appassire.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Natale proibito, scopriamo dove non si può festeggiare

A differenza degli altri alberi di bonsai, un albero di giada necessita di poca irrigazione. L’albero va annaffiato bene una volta ogni due settimane quando il clima è abbastanza soleggiato. Lasciare asciugare completamente il terreno prima di irrigare di nuovo. L’eccessiva irrigazione può provocare la formazione di marciume e la morte della pianta.