Lavastoviglie, il rimedio naturale per avere piatti puliti, profumati e brillanti

La lavastoviglie è un elettrodomestico indispensabile ma che spesso può risultare viziata da alcuni problemi comuni. Basta poco per riavere piatti puliti e profumati.

lavastoviglie
Foto di jhenning_beauty_of_nature da Pixabay

La lavastoviglie è senza ombra di dubbio l’elettrodomestico che negli ultimi anni ha facilitato le incombenze domestiche. I piatti vanno lavati ogni giorno e grazie a questa incredibile invenzione non è poi così difficile ritagliarsi uno spazio per sé, sottraendosi così dal lavare le stoviglie. Certamente prima di mettere il tutto in lavastoviglie è indispensabile rimuovere lo sporco più in superficie per consentire un lavaggio ultimale.

Negli ultimi giorni tra feste e piatti elaborati, il famoso elettrodomestico è stato sollecitato più volte, tant’è che sovente possono insorgere dei problemi proprio in questo momento. Di cosa parliamo? Di stoviglie opache o cattivi odori… ecco il rimedio naturale per contrastare questo negativi fenomeni che accomunano tutte le lavatrici.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Dentifricio per pulire casa: tutti gli usi che ti cambieranno la vita

Lavastoviglie, il rimedio naturale amico dell’elettrodomestico

lavastoviglie aperta (pixabay)
lavastoviglie aperta (pixabay)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Viola del pensiero, proprietà fitoterapiche della celebre pianta

L’aceto bianco di alcol è l’amico della nostra cucina, una risorsa preziosa per piatti puliti e profumati. Utile per i problemi più comuni che si presentano, quali:

  1. Cattivi odori: fenomeno diffuso, provocato dai residui di cibo che non finiscono nello scarico ma rimangono all’interno della lavastoviglie. In questi casi occorre procedere pulendo la zona viziata da cattivo odore con spugna imbevuta di aceto bianco;
  2. Bicchieri opachi: spesso accade che dopo aver pulito i bicchieri, questi si presentano per niente brillanti anzi, con una patina che rende la stoviglie opache, ciò è dovuto ad un errore nel lavaggio, in primis la temperatura troppo elevata. In questo caso occorre spruzzare una miscela di acqua e aceto bianco di alcol sulla zona da trattare prima del normale lavaggio;
  3. Calcare: insorge quando l’acqua non è pura. Per rimuovere lo strato indesiderato, spruzzare con solo aceto bianco la zona interessata e lasciare agire per venti minuti.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Una casa ecosostenibile: i consigli di cui hai bisogno per vivere in modo green!

Dopodiché procedere con spugna per rimuovere il calcare. Se questo invece è presente nei tubi, versare sul fondo della lavastoviglie due bicchieri di aceto e ultimare il tutto con un lavaggio a vuoto. Se ad essere opachi non sono le stoviglie ma l’acciaio, spruzzare sulla zona interessata la miscela di acqua e aceto bianco e lasciare agire. In questo modo verranno rimossi tutti gli aloni presenti.