Spesa intelligente, i consigli per fare bene a sé stessi e all’ambiente

Sai cos’è la spesa intelligente? Ti spieghiamo come risparmiare, evitare gli sprechi ma anche come mangiare in modo più sano

spesa intelligente
spesa intelligente (foto Pinterest)

Oggi la consapevolezza verso il green ed il risparmio è sempre più forte. Per noi italiani è un po’ come tornare alle origini con metodi che vanno contro la logica della grande distribuzione e del consumo a tutti i costi. Le nostre abitudini stanno cambiando ed in bene ma c’è ancora molto da fare per tutelare la nostra salute e anche quella del pianeta. Tutto questo non dipende che da noi e da quello che facciamo tutti i giorni, soprattutto in cucina. Guardare al cibo in modo diverso ci permette non solo di risparmiare ma di scegliere anche quello che veramente ci fa bene.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Vivere sostenibile, i consigli indispensabili da seguire per un mondo migliore

Il biologico ha avuto una grande impennata negli ultimi tempi. Abbiamo capito che scegliere quei prodotti coltivati senza chimica di sintesi ci permette di gustare il vero sapore di un ortaggio o di una frutta, di assimilare i loro principi nutritivi e stare così meglio. Allo stesso tempo, anche i terreni e la natura in generale ringraziano perché tornano a vivere secondo il ciclo stagionale purificandosi via via da tutti i pesticidi usati negli anni. Ma questo ovviamente non basta per fare una spesa intelligente e consapevole. È certo un primo tassello che può essere ampliato con tanti altri piccoli accorgimenti che migliorano le nostre abitudini. Ti spieghiamo come fare.

Spesa intelligente, le dritte per un cambiamento importante

Una spesa intelligente significa anche consapevole, oculata e senza sprechi. Spesso siamo abituati a comprare tanta roba per avere le scorte in casa e stare tranquilli, ma quanta effettivamente ne usiamo e quant’è quella che finisce nell’immondizia? E allora impariamo a curarci e a curare le abitudini con la prima regola che in cucina non dovrebbe mai venire meno: comprare solo ciò che serve.

È partendo da questo che si innescano una serie di altri meccanismi che ci permettono di risparmiare e accudire il pianeta: evitiamo gli sprechi, di cibo e di tipo economico e riduciamo i rifiuti.Ma in pratica come farlo nella vita di tutti i giorni? Ti diamo alcune dritte con le quali potrai vivere nel modo meno consumistico possibile:

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Rifiuti, una minaccia per l’ambiente, ma in che modo inquinano?

  • Fai la spesa sfusa: dai cereali alla frutta e verdura ai legumi fino alle bevande, ai saponi e ai detergenti
  • Evita i cibi con imballaggi
  • Sfrutta le possibilità del vuoto a rendere
  • Scegli prodotti di stagione e del territorio
  • Compra quello che serve, senza esagerare
  • Compra dai piccoli produttori locali
  • Fai sempre la lista della spesa e compra quello che realmente manca in casa
  • Usa borse per la spesa riutilizzabili da portare sempre con te
  • Ricicla quello che avanza in cucina e non buttare via nulla
  • Crea conserve e sott’oli per la stagione fredda

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Eliminare l’umidità in casa grazie ad un rimedio efficacemente green

spesa sfusa
spesa sfusa (foto da Pinterest)

Insomma si tratta di tanti e piccoli accorgimenti nella vita di tutti i giorni che davvero ci permettono di cambiare completamente le prospettive traendone solo vantaggio. In questo modo non solo scompaiono quasi del tutto i rifiuti usa e getta, tutti quegli involucri per lo più di plastica che hanno un grande e nocivo impatto ambientale ma siamo noi che ci guadagniamo doppiamente. Non solo dal punto di vista del portafogli ma anche della salute, scegliendo prodotti freschi e locali.

E poi diamo anche una mano allo spreco alimentare: acquistando quello che realmente serve ma anche realizzando in casa delle conserve genuine, come facevano le nostre nonne, che ci permettono di gustare alcuni sapori durante tutto l’anno con la certezza di averle fatte con le nostre mani.