Odore dell’uovo, eliminalo dalle tue stoviglie con rimedi green, economici e veloci

Le uova sono un alimento essenziale nelle cucine italiane ma spesso lascia degli odori poco gradevoli. Come fare quindi in maniera green per rimuovere l’odore dell’uovo?

Caduta capelli rimedio naturale
Tuorlo d’uovo (Pixabay)

Le uova, fonte di proteine per eccellenza. Un alimento che consumiamo tutti e di cui non possiamo fare a meno. La cucina italiana prevede numerosi piatti a base di uova; dai primi – si pensi alla pasta all’uovo fatta in casa – ai secondi di carne e anche i dolci. Il segreto per un’ottima crema pasticcera è sicuramente quella di usare le uova. Gli sportivi prediligono l’albume, ma non rinunciano al tuorlo quelle pochissime volte a settimana.

Un inconveniente comune è tuttavia dopo la preparazione: soprattutto quando si prepara un omelette, un uovo strapazzato o semplicemente all’occhio di bue, come fare per rimuovere i cattivi odori? Ci sono numerose alternative green ed economiche che renderanno il dopo pranzo non più così difficile e la vostra casa – in primis la cucina – profumerà di pulito.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Fughe sporche del pavimento, questi rimedi green le faranno tornare come nuove

Odore dell’uovo, scopri come rimuoverlo naturalmente

Odore dell'uovo come rimuoverlo
Uovo (Pixabay)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Lavello profumato, i rimedi naturali per contrastare i cattivi odori

I segreti per rimuovere l’odore dell’uovo sono cinque:

  1. In primis l’ammollo in acqua: questa tecnica – piuttosto elementare – consiste nello sciacquare le posate subito dopo averle impiegate. Dopodiché metterle in ammollo con dell’acqua fredda e detersivo per i piatti. Successivamente si possono inserire nella lavastoviglie. Quest’attività preliminare è fondamentale se si vuole evitare che il cattivo odore si propaghi dentro la lavastoviglie e rimanga in maniera persistente, dato che la caloria aumenta il fissaggio dell’odore;
  2. Aceto di vino bianco: sempre durante la fase di ammollo, è possibile aggiungere l’aceto per sgrassare le posate ed evitare che si formi ulteriormente questo cattivo odore;
  3. Le medesime proprietà sgrassanti sono insite nel limone. Il famoso agrume giallo dalle mille proprietà è perfetto per pulire le posate. Può essere usato cumulativamente all’aceto;
  4. Foglie di alloro da aggiungere in una pentola colma di acqua e portare ad ebollizione. Dopodiché si utilizza l’acqua aromatizzata per pulire le posate.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Tre rimedi per eliminare la puzza di umido dal bucato. Bye Bye cattivi odori

Infine, ma non meno utile, il bicarbonato. Questo può essere usato sia al pari degli altri rimedi, quindi nella fase di ammollo oppure – ma solo dopo aver accertato che sia compatibile con i materiali da trattare – sfregare su posate e stoviglie. Sono tutti rimedi economici e che abbiamo nelle dispensa di casa.